×
701
Fashion Jobs
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Impiegato/a Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · MERATE
DELL'OGLIO
Resident Seller
Tempo Indeterminato · PALERMO
BRAMA SRL
Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
JD SPORTS FASHION PLC
HR & Payroll Advisor - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
OFF-WHITE C/O VIRGIL ABLOH
Franchising Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Network & Security Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
CONFIDENZIALE
Sistemista IT
Tempo Indeterminato · LUGANO
NEIL BARRETT
IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM
Digital Media Manager
Tempo Indeterminato · GALLARATE
FOURCORNERS
Product Marketing Manager - Fragranze
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Logistic And Customer Service Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Developer
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Commerciale Senior
Tempo Indeterminato · CREMONA
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
SLOWEAR SPA
Retention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Omnichannel Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
27 nov 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Appear Here, “l’Airbnb del retail”, nel 2020 approderà a Milano

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
27 nov 2019

Come rivitalizzare la propria distribuzione e attrarre nuovi clienti? I marchi del lusso sembrano aver trovato una nuova strada nei pop-up store, diventati strategici per creare un effetto sorpresa e aumentare le vendite. Nata nel 2014, la società inglese Appear Here si è infilata in questo varco proponendo alle griffe in cerca di location inedite, ma anche ai marchi più giovani, un servizio di affitto di spazi molto semplice e a prezzi economici.

Il pop-up aperto quest'anno da Loewe a Londra con il sito inglese - appearhere.fr


Soprannominata “l’Airbnb del retail”, finora questa piattaforma online ha messo in contatto e supportato, in pochi clic, oltre 200.000 fra marchi, designer, agenzie, imprenditori e altri creativi attraverso la sua community di proprietari e i loro spazi situati a Londra, Parigi e New York. Di passaggio a Milano per una conferenza lo scorso ottobre, il giovane fondatore e CEO di Appear Here, Ross Bailey, ha rivelato che intende insediarsi in altre città europee, tra le quali ci sarà proprio il capoluogo lombardo, dall’anno prossimo.
 
Grazie al suo concept che fornisce contratti di locazione che vanno da meno di un mese a più di un anno, il sito offre ai marchi l'opportunità di aprire delle vetrine temporanee individuando la clientela-target a seconda delle necessità, oppure di testare nuovi quartieri. Invece di espandere la loro rete di negozi, le aziende possono investire di volta in volta uno dopo l’altro in questi pop-up, che permettono loro di essere più flessibili e di interagire in modo diverso con i propri clienti, in luoghi diversi.

Tra i marchi che si sono lasciati sedurre ci sono Chanel, Louis Vuitton, Off-White, Loewe, Supreme, Marc Jacobs, Givenchy e Nike. La società svolge anche il ruolo di consulente, andando a cercare, a seconda dei progetti e degli obiettivi delle griffe, nuovi spazi e vie che non sono necessariamente quelle alle quali avrebbero pensato, oppure degli spazi particolari per organizzare presentazioni speciali.
 
“Apparire e scomparire in diverse parti del mondo, offrire un'esperienza unica di una durata determinata, questa è la vera esclusività. È anche un modo di comunicare in modo forte a un costo inferiore”, sottolinea Ross Bailey. “Abbiamo visto esplodere letteralmente le vendite delle griffe in questo tipo di negozi temporanei”, aggiunge.
 
“Oggi i consumatori più giovani vivono sui loro smartphone e si lasciano influenzare molto dal Web. Ma vogliono tornare nei negozi tradizionali per sperimentare il prodotto, anche a costo di comprarlo poi più tardi online. È dopo il passaggio in negozio che faranno i loro commenti. E il pop-up moltiplica le possibilità di catturare questa clientela”, prosegue.
 
Il pop-up è anche sempre più utilizzato dai giovani stilisti o dalle start-up. Grazie al suo sistema di affitto fluido e per tutti i prezzi, Appear Here consente a tutti di iniziare a lanciarsi testando la propria idea o prodotto attraverso un’esperienza reale su strada.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.