×
1 662
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
MIRA GROUP SRL
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · POGGIOMARINO
CONFIDENZIALE
Responsabile Amministrativo/Contabile
Tempo Indeterminato · FIRENZE
DIAMONDS 4U SRL
Jewelry Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LYLIANE
Purchasing Manager
Tempo Indeterminato · VIGONZA
CONFIDENZIALE
Commerciale Junior Nord Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
22 dic 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ann Demeulemeester e 44 Label Group: i nuovi progetti nella moda di Claudio Antonioli

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
22 dic 2021

Dopo la fruttosa vendita a a Farfetch per 600 milioni di euro della società NGG (Off-White, Palm Angels, Heron Preston, ecc.), da lui co-fondata insieme a Davide de Giglio, Claudio Antonioli ha dato il via ad una nuova iniziativa. Il boss dell’insegna Antonioli, proprietario di diverse boutique multimarca tra Milano, Ibiza, Torino e Lugano, ha creato la nuova realtà Dreamers Factory, nella quale ha fatto confluire la maison Ann Demeulemeester e il brand di streetwear di lusso 44 Label Group. Appena nominato alla guida di questa struttura, Tobia Beretta racconta a FashionNetwork.com come è organizzata e quali sono le sue ambizioni.

Il brand Ann Demeulemeester, versione Antonioli, è tornato a sfilare a Parigi in ottobre - © PixelFormula


Transitato da Giorgio Armani e Neil Barrett come direttore commerciale, è in questo stesso ruolo che il manager è entrato nella galassia di Claudio Antonioli alla fine del 2020, prima di essere promosso pochi mesi dopo nella carica di CEO di Dreamers Factory e dei due marchi Ann Demeulemeester e 44 Label Group.
 
La prima etichetta è stata acquisita dall'imprenditore milanese a settembre del 2020. L'omonima stilista belga, che ha fondato la sua maison nel 1985 e l'ha venduta nel 2013 all'imprenditrice Anne Chapelle, non è più attiva in prima linea, ma sostiene il progetto con la sua famiglia. 

“Con il marito Patrick Robyn ci fanno da consulenti su diversi argomenti. Quest'ultimo ha concepito in particolare il progetto del flagship store di Anversa, distribuito su una superficie di 500 metri quadrati, che abbiamo riaperto con successo a settembre e che servirà da modello per futuri sviluppi retail. Anche il figlio Victor ci supporta in numerose attività tra cui il brand image”, afferma Tobia Beretta.
 
“Da parte mia, ritengo che il mio ruolo consista soprattutto nell'ampliare il DNA della griffe e declinarlo in nuovi ambiti e altre forme”, ha confidato quest'estate la stilista al quotidiano belga L'Echo, spiegando che stava lavorando a una linea di mobili, oltre a un servizio da tavola in ceramica con l'azienda belga Serax. Sarebbe allo studio anche un profumo.
 
Il gruppo italiano ha scelto di rilanciare il brand a Milano, dove sono stati trasferiti gli archivi della casa di moda belga, all'interno di Dreamers Factory, che vi gestisce anche vendite, comunicazione, logistica e attività digitali. Con sede a sud della città, nel quadrilatero della moda di Via Savona, l'azienda impiega quasi 55 persone, tra cui un team creativo di una dozzina di stilisti “con grande esperienza” nel prêt-à-porter e negli accessori.
 
“Il primo passo è stato quello di ripulire l'immagine del brand e il modo in cui veniva percepito, per riposizionarlo correttamente. Abbiamo scelto il segmento del lusso con un posizionamento prezzi di fascia medio-alta che rispecchiasse l'origine della maison”, spiega Tobia Beretta.
 
“Sono aumentati i prezzi per i costi di produzione, perché tutto è realizzato in Italia con caratteristiche artigianali”, aggiunge il manager. “L'obiettivo è far crescere Ann Demeulemeester in modo organico, con una distribuzione molto selettiva. Abbiamo ridimensionato la vecchia rete di rivenditori mantenendo solo i punti vendita con l'immagine più alta. Con la prima campagna vendita, il marchio ha attirato tra i 60 e i 70 clienti multibrand top, da Dover Street Market a The Broken Arm”, continua.

Un look dell'altro marchio di Dreamers Factory - 44labelgroup.com


Quest’operazione di restyling e ritorno alle radici per Ann Demeulemeester ha portato a una prima collezione di portata ridotta per la Primavera-Estate 2021 incentrata su dodici silhouette iconiche dell'etichetta, selezionate da Claudio Antonioli, che sono state riprodotte. Una logica simile è stata adottata per l'Autunno-Inverno 2021/22, modernizzando i look, sempre declinati in bianco e nero e incentrati sullo stile rock androgino e romantico della stilista, così come per la Primavera-Estate 2022, in occasione del ritorno del brand sulle passerelle parigine lo scorso ottobre.
 
Nell'ambito del salone maschile Pitti Uomo, che questa stagione ha scelto Ann Demeulemeester come special guest, la griffe organizzerà mercoledì 12 gennaio alla Stazione Leopolda di Firenze un grande evento, che combinerà performance musicali e di moda con una selezione di capi d’archivio che ripercorreranno i quasi 40 anni della griffe e vari look delle ultime due collezioni. L'attenzione è rivolta in particolare alla vestibilità degli abiti, ai giochi di sovrapposizioni, a un'ampia gamma di camicie, ai gilet e agli emblematici nastri del marchio.
 
I primi feedback sono “ottimi, numerosi e positivi”, secondo il CEO, che riscontra come siano tornate delle insegne importanti. “Per ora abbiamo optato per una comunicazione discreta. L'Europa è il nostro mercato principale, rappresentando il 70% del fatturato, con l'Italia in prima linea, seguita da Stati Uniti, Giappone, dove siamo distribuiti da Itochu, Cina e Corea del Sud. Ci sono ancora molti mercati da esplorare”, conclude Tobia Beretta.
 
L'altro brand, 44 Label Group, sarà svelato due giorni dopo a Milano, il 14 gennaio, con la sua prima sfilata in assoluto alla settimana della moda maschile. Appassionato di musica elettronica, Claudio Antonioli ha lanciato questo nuovo progetto di streetwear di lusso con il famoso dj e produttore berlinese di musica techno Max Kobosil. Tra gli azionisti figura anche il dj e produttore musicale italiano Matteo Milleri.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.