×
1 662
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
MIRA GROUP SRL
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · POGGIOMARINO
CONFIDENZIALE
Responsabile Amministrativo/Contabile
Tempo Indeterminato · FIRENZE
DIAMONDS 4U SRL
Jewelry Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LYLIANE
Purchasing Manager
Tempo Indeterminato · VIGONZA
CONFIDENZIALE
Commerciale Junior Nord Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
27 gen 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Amazon, Nike e Vuitton nel firmamento dei marchi di maggior valore

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
27 gen 2022

L'edizione 2022 della classifica Brand Finance dei 500 marchi internazionali di maggior valore mostra degli spostamenti netti nel mondo delle vendite online, mentre i marchi di moda, sport e bellezza e i grandi magazzini tendono a mantenere le proprie posizioni.

Shutterstock


Il retail è il secondo settore più valorizzato di questa edizione, con 1.165,4 miliardi di dollari accumulati dai 53 gruppi della classifica, posizionando il settore appena dietro la tecnologia e i suoi 1.250,4 miliardi accumulati da 50 aziende. Gli Stati Uniti si piazzano in testa nella classifica per nazioni, con il 3,6% di valutazioni cumulative. Dietro a loro si collocano nell’ordine Cina, Germania, Giappone, Francia, Regno Unito, Corea del Sud, Canada e India.
 
La classifica è dominata dallo stesso trio dello scorso anno, Apple, Amazon e Google, con gli altri GAFAM Microsoft e Facebook che mantengono rispettivamente la 4a e la 7a posizione. Amazon vale 350 miliardi di dollari (+37,8% in un anno). E la prima parte della classifica è in gran parte dominata da altri player digitali. Filiali del gruppo Alibaba, i siti di vendita Taobao e Tmall si posizionano rispettivamente al 22° e al 25° posto, con 53,7 e 49,1 miliardi di dollari. Mentre lo stesso marchio Alibaba.com è sceso dal 30° all'84° posto, superato dal suo concorrente JD.com, che è salito al 64° con 27,1 miliardi.

Seguono l'americano Ebay (248°) e il giapponese Rakuten (308), entrambi in flessione in classifica, mentre il tedesco Zalando sale dal 417° al 324° posto, e il sudcoreano Copang entra in classifica al 37° posto. Da segnalare anche la posizione di tre media con forti ambizioni commerciali: la maxi-applicazione cinese WeChat (13°), Tiktok che entra in classifica con una valutazione di 58,9 miliardi di dollari (17°), e il californiano Snapchat, new entry in classifica (337°).
 
Lusso e grandi magazzini
 
Primo marchio del lusso nella Top 500, Louis Vuitton è salito in un anno dal 123° all'81° posto, con una valutazione di 23,42 miliardi di dollari (+57,7%). Anche Gucci (117°), Chanel (108°) e Hermès (145°) hanno fatto progressi, mentre Cartier ha perso dieci posizioni (162°) e Dior ne ha guadagnate ventitré (220). Piccole flessioni riguardano anche Rolex (243°) e Coach (430°), mentre Burberry entra in classifica al 499° posto.

Brand Finance


Nella classifica sono presenti anche i grandi magazzini. Lo spagnolo El Corté Inglès avanza addirittura dal 321° al 311° posto, dove l'australiano Woolworth scende di dieci posizioni (190°), e dove l'americano Tiffany & Co passa dal 364° al 331°. Il tedesco Kohl's è entrato direttamente in classifica al 456° posto.
 
Moda, sport e bellezza
 
Nike arriva in testa ai marchi sportivi presenti in classifica, scendendo però dalla 140a alla 151a posizione. La tedesca Adidas cede solo quattro posizioni (130°). Il britannico JD Sport, dal canto suo, entra direttamente al 455° posto.
 
Sul versante moda, lo spagnolo Zara perde undici posizioni (151°), mentre lo svedese H&M ne perde tredici (160°). Per Uniqlo la discesa è più marcata, visto che il giapponese passa dal 141° al 207° posto. Da notare che il marchio americano Ross Dress For Less passa dal 432° posto al 489°.
 
La classifica della bellezza è dominata da L'Oréal, che si trova al 173° gradino. Posto precedentemente occupato da Sephora, che quest'anno scende al 216°. Seguono Estée Lauder (262°), Nivea (330°), Guerlain (365°) e lo statunitense Clinique (373°). Senza dimenticare i marchi Dove (449°) e Pantene (che scende in 486a posizione).

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.