×
1 882
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Retail Allocator
Tempo Indeterminato · MONZA
MICHAEL PAGE ITALIA
Sales Manager Boutique Multibrand Luxury Varese
Tempo Indeterminato · VARESE
INTERFASHION SPA
Retail Supervisor Italia ed Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
E-Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Head of Sales - Western Europe
Tempo Indeterminato · SALISBURGO
CHABERTON PROFESSIONALS
Business Development Manager - Clothing & Apparel
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Showroom Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Events And Special Projects Manager - Arredamento e Design
Tempo Indeterminato ·
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
Franchising & Dpt. Stores Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Collection Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
MICHAEL PAGE ITALIA
Events And Special Projects Manager - Arredamento e Design
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chain & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
CONFIDENTIEL
Regional Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
15 ott 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Alice Firman: dallo studio del subconscio alla moda “vulnerabile”

Pubblicato il
15 ott 2018

Durante l’ultima fashion week milanese dedicata alla donna, Vogue Talents, progetto nato nel 2009 a sostegno di designer emergenti, ha coinvolto per la prima volta tre studenti neodiplomati presso alcune scuole di moda internazionali, che hanno avuto la possibilità di esporre le loro creazioni nella cornice di Palazzo Cusani.

Alice Firman


Tra di loro, Alice Firman, 25enne milanese, laureata in Fashion Design all’Edinburgh College of Art e con un master in Womenswear conseguito presso il Royal College of Art di Londra, ha presentato la sua collezione “Vulneràbile”, basata sullo studio della vulnerabilità emozionale vista attraverso l’analisi del linguaggio del corpo e della gestualità.
 
“Per realizzare la mia collezione sono partita da una ricerca accademica sullo studio della psicologia e del subconscio, da Freud e Jung fino agli studiosi contemporanei, tematiche che mi hanno sempre affascinato e che ho cercato di trasferire nei miei capi”, ha spiegato a FashionNetwork.com Alice Firman. “Ho poi analizzato delle fotografie scattate da me ad amici e persone care in momenti di vita reale e di intimità, studiandone il linguaggio del corpo e la postura, strettamente correlati al subconscio. Ho quindi cercato di tagliare in miei capi in base a questi elementi; per me è infatti fondamentale che un abito sia impregnato di storia e significato e che il lavoro creativo sia il frutto di una ricerca molto personale”.

Partendo da questi presupposti, la giovane designer ha realizzato una collezione 100% made in Italy, composta da dodici capi, in cui predominano i pantaloni, accanto a giacche, boxer, una tuta intera, dei top e un cappotto. I materiali utilizzati sono in particolare la pelle, insieme a cashmere di lana e a diversi tipi di seta.

Alcuni capi di “Vulneràbile”, collezione d'esordio di Alice Firman

 
“Sono italiana e credo fermamente nella qualità del made in Italy. Per questa collezione ho avuto il privilegio di lavorare con eccellenze del nostro Paese per quanto i riguarda i materiali, come Reda 1865, Mantero, Conceria Pistolesi e Lanificio Raphael”, ha proseguito Alice Firman. “Per la realizzazione dei capi ho utilizzato le tecniche che si usano per la produzione dei guanti: molte cuciture invisibili, accanto a cuciture in rilievo come decoro. I bottoni sono in argento e sono stati tagliati da me a mano, sono quindi tutti simili ma non identici”.
 
La collezione di Alice Firman è rappresentata dallo showroom londinese 1Granary, fondato da alcuni ex studenti della Central Saint Martins di Londra e aperto solo agli studenti di questa università, del Royal College of Art e della Royal Academy di Anversa.
 
Ma la designer ha le idee molto chiare sul suo futuro: “Non intendo produrre questa collezione su larga scala, prima voglio lavorare in un’azienda e fare esperienza, per poi un domani, spero, lanciare un mio brand che vorrei portasse il mio nome”, ha concluso. “Per il momento, durante gli studi ho avuto la possibilità di svolgere esperienze presso realtà importanti come Vivienne Westwood, Costume National, Antonio Marras e Gentucca Bini”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.