Alibaba si porpone come porta di accesso per le Pmi in Cina

Essere la porta di accesso alla Cina per le piccole e medie imprese europee e quindi anche per le tante 'eccellenze' italiane: questo l'obiettivo di Alibaba indicato da Eric Pelletier, responsabile affari internazionali della più importante azienda cinese di e-commerce in occasione di un incontro organizzato dall'associazione ChinaEU.  "Il futuro di Alibaba - ha detto Pelletier - è focalizzato su tre aree principali: big data, espansione nelle aree rurali cinesi ed espansione all'estero". La società di e-commerce ha aperto nuove sedi operative nel Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e in Belgio.


La Cina è oggi il più grande mercato di Internet al mondo con oltre 700 milioni di utenti ed ha da poco superato gli Stati Uniti per diventare anche il numero uno nel mercato e-commerce, con transazioni online equivalenti a di 2.190 miliardi di euro. Si stima infatti che 461 milioni di consumatori cinesi, un terzo della popolazione, ora fa shopping online. Un fenomeno che apre enormi opportunità per marchi europei ed italiani.

 "L' e-commerce - secondo Luigi Gambardella, presidente di ChinaEU- è un settore particolarmente promettente nel programma di cooperazione bilaterale. E' lontano da questioni politiche delicate, ma ha un grande potenziale per aumentare il volume degli scambi, i livelli di investimento e la fiducia reciproca nelle rispettive economie digitali".
 

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Business
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER