Al via il 10 gennaio Pitti Uomo, 1072 i marchi alla Fortezza da Basso di Firenze

Sono 1072 i marchi pronti ad andare in scena da questo martedì 10 gennaio alla Fortezza da Basso di Firenze, in occasione della 81esima edizione di Pitti Immagine Uomo. Ad essi vanno aggiunte le 74 collezioni donna protagoniste a Pitti W alla Dogana.

Pitti Immagine
Camicia Eton, A/I 2012-13.

Attesi migliaia di visitatori, che nella precedente edizione sono stati oltre 30.000, 23.100 dei quali erano buyer.

L'edizione che apre i battenti si annuncia ricca di progetti speciali. Grande attesa per l'anteprima mondiale di Herno Laminar, un progetto di ingegneria sartoriale realizzato dal designer Errolson Hugh con la speciale collaborazione di Gore Tex: una capsule collection uomo e donna di 8 capi. Tra le novità la partecipazione di McQ, contemporary line di Alexander McQueen, che per la prima volta è presente a un salone; Tonello presenta a sua interpretazione del classico contemporaneo all'interno di uno spazio speciale in Fortezza: la Cannoniera; il gruppo Slowear sceglie Pitti Uomo per portare alla ribalta un marchio della sua scuderia, Zanone.

Altra new entry Jimmy Choo, che per la prima volta presenta la collezione in un salone, con uno spazio al Piano Inferiore del Padiglione Centrale; accanto alla collezione di Chester Barrie, blasonato marchio di Savile Row che rientra al Pitti Uomo, al Piano Inferiore del Centrale si presenterà anche la nuova collezione Richard James Mayfair.

E ancora, prima assoluta di Uptobe, progetto focalizzato sul capospalla portato a Pitti Uomo da Graziano Gianelli; poi Piatto, progetto dedicato al mondo dei pantaloni, con un'installazione a cura di Alberto Narduzzi; Andrea Incontri porta a Pitti Uomo un nuovo progetto in collaborazione con la linea Habsburg di Schneiders, in cui rivisita in modo contemporaneo la storicità del loden e realizza un evento dedicato.

Nepenthes America porta in scena la linea Needles, mentre rientra Pepe Jeans London che si aggiudica uno spazio importante e autonomo dentro il percorso della Fortezza. Infine presentazione del progetto A di Alcantara, una prima collezione di accessori e di cover per gli oggetti iconici del momento, che vede la collaborazione di Leitmotiv, Sara Battaglia, Andrea Incontri e Caterina Gatta e il lancio in anteprima della nuova collezione Chevignon Heritage disegnata da Milan Vukmirovic.

Guest Designer di Pitti Uomo 81 Valentino: la sera di mercoledì 11 gennaio, nel corso di un evento ospitato in uno dei luoghi preziosi della Firenze antica, Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli presenteranno, in anteprima assoluta, la Collezione Uomo A/I 2012-13, sfilando per la prima volta. Con la presenza di Valentino Garavani.

Torna poi, alla sua seconda edizione, 'Vestirsi da Uomo', progetto sull'eleganza maschile di nuova generazione con un evento-performance e un'interpretazione d'autore, affidata a ogni edizione a un curatore di riferimento della scena della moda. Protagonista sarà un gruppo di aziende: Il curatore sarà l'art director Marc Ascoli. I nomi di questa edizione: Barbour, Black Fleece By Brooks Brothers, Borsalino, Cruciani, Engineered Garments, Folk, Herno, Lardini, Salvatore Piccolo, Santoni, Tonello, Yuketen.

E ancora, Andrea Pompilio e Emiliano Rinaldi, i vincitori dell'edizione 2011 di 'Who is on next? Uomo' sono i New Performers di Pitti Uomo 81. "The New Performers" è un progetto che la Fondazione Pitti Discovery realizza per costruire occasioni e opportunità per i nuovi talenti della moda e di chi lavora con la materia della moda, combinandola con le diverse discipline artistiche ed estetiche. I due designer presenteranno la loro collezione uomo A/I 2012-13 con due eventi speciali.

Hardy Amies, couturier ufficiale della Regina Elisabetta e rinnovata fashion house dalla londinese Savile Row, sarà il Pitti Uomo Special Project di questa edizione. Mercoledì 11 gennaio, Hardy Amies presenterà la sua AW12 Men's Collection con un evento speciale seguito da una cena di gala.

Tema guida dell'81esima edizione un tributo alla comunicazione visiva: il graphic design. A raccogliere la sfida saranno 14 giovani graphic designer internazionali - selezionati da Giorgio Camuffo - chiamati ad esprimere il loro sguardo sul futuro attraverso una parola, che tradurranno in immagine creando un logo che la rappresenti. 'The Words of the Future': questo vocabolario di immagini diventerà la nuova pelle della manifestazione, e sarà messo in scena dall'architetto Oliviero Baldini con uno speciale allestimento mobile e con contaminazioni creative all'interno delle sezioni del salone.

Dopo aver lanciato le fiera online a giugno ed aperto i primi showroom lo scorso settembre, e-Pitti.com - la piattaforma di fiera virtuale che amplia, prolunga e rende ancora più efficace l'esperienza fisica dei saloni, con 100.000 scatti fotografici, oltre 2.000 video, e un catalogo di oltre 10.000 prodotti - inaugurerà con le prossime fiere online di gennaio un nuovo servizio, pensato per tutti gli espositori di Pitti Uomo, Pitti W e Pitti Bimbo. Si tratta del temporary showroom: un servizio promozionale grazie al quale gli espositori potranno disporre di uno showroom temporaneo online e raccogliere ordini da parte dei buyer certificati da Pitti. Questo speciale servizio sarà attivo per tutto il mese di durata delle fiere online, e ospiterà i capi di punta delle nuove collezioni presentate durante gli eventi di gennaio.

Copyright © 2019 AdnKronos. All rights reserved.

Moda - Prêt à porter Saloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER