Al Mibac nasce ufficio dedicato a moda e design

Le Istituzioni scendono in campo per la moda annunciando l'apertura di un nuovo ufficio dedicato all'interno del Mibac. A dirlo è stato il ministro dei Beni culturali in occasione della cerimonia di apertura di Pitti Uomo 96 svoltasi, come di consueto, a Firenze, nella cornice di Palazzo Vecchio. "Per la prima volta noi creeremo un ufficio, in termini tecnici un servizio, che si occuperà solamente di moda e design", ha spiegato Bonisoli, anticipando una misura contenuta nella riforma del Mibac in fase di gestazione.

Al centro il ministro Bonisoli - Studio Nonamephoto

"A capo di questo ufficio metteremo una persona che conosca le dinamiche esatte di questo mondo, e interagire con chi lavora in questo modo", ha spiegato, aggiungendo che "se all'interno della macchina statale ci sono persone che sono sensibili, sanno tradurre in provvedimenti, in atti pubblici, le esigenze del mondo della moda, penso che alla fine saremo molto più efficaci, potremo ottenere dei risultati che durano nel tempo, e alla fine potremo proteggere e aiutare nel modo più forte e deciso una delle industrie fondamentali di questo Paese".

Il testo della riforma del ministero dei Beni culturali, circolato ieri sulla stampa, "è una bozza che è la terzultima o la penultima, nel frattempo ci sono state altre bozze che hanno superato questa: per la definitiva, il punto di caduta, dovete avere un paio di settimane di pazienza, e vi racconteremo com'è la nuova organizzazione del Ministero", ha concluso il ministro.

Con Adnkronos

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Industry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER