×
1 619
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Aeffe frena nel primo semestre: fatturato a +1,3%, soffre il wholesale

Pubblicato il
today 30 lug 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Rallenta la corsa di Aeffe nel primo semestre dell’anno. Dopo un 2018 chiuso in crescita dell’11,2% (a cambi costanti) e un primo trimestre a +7,4% (a cambi correnti), i primi sei mesi dell’anno registrano infatti solo una progressione del +1,3% a tassi di cambio correnti, attestandosi a quota 173,3 milioni di euro.


Moschino guida la crescita della divisione calzature e pelletteria di Aeffe - moschino.com

 
Scendono EBITDA (10,6% dei ricavi, rispetto al 12,3% di un anno fa) e utile, arrivato a 5,2 milioni di euro contro gli 8,3 milioni del primo semestre 2018; migliora invece l’indebitamento finanziario, pari a 36,6 milioni di euro rispetto ai 40,9 milioni al 30 giugno 2018.
 
Tra le diverse categorie merceologiche, a guidare la crescita sono calzature e pelletteria, con un fatturato di 60,7 milioni di euro (+4,4%) grazie soprattutto a Moschino, mentre l’abbigliamento resta sostanzialmente stabile a 132,2 milioni (+ 0,4%).

Dal punto di vista geografico, le migliori performance si sono registrate in Asia e Resto del Mondo, con ricavi a 45,5 milioni di euro (+14,8%, 26,3% del totale), grazie soprattutto alla Greater China (+9,7%). In calo invece del -6,5 % l’Europa, che rappresenta il 22,3% delle vendite totali, con l’Italia a -1,3%, per un fatturato di 80,1 milioni (46,2% del totale); scende anche l’America, del -5,5%.
 
I risultati negativi sono da imputare principalmente all’andamento del canale wholesale, che rappresenta il 69,8% dei ricavi totali, sceso del 2,4% a cambi correnti. Il retail (26,6% del totale) conferma invece il suo stato di salute, con una progressione del 9,5% a tassi di cambio correnti. I ricavi per royalties, infine, sono aumentati del 23,2% rispetto al primo semestre 2018 e rappresentano il 3,6% del fatturato consolidato. 
 
“Confortati dal buon andamento dei nostri negozi monomarca, i risultati approvati oggi risentono del rallentamento del canale wholesale registrato nel secondo trimestre, penalizzato da una situazione macroeconomica connotata da incertezza, e del conseguente impatto sulla marginalità”, ha commentato Massimo Ferretti, Presidente Esecutivo di Aeffe. “In questo globale e altamente sfidante contesto di mercato, il gruppo è impegnato nello studio e nello sviluppo di collezioni sempre più desiderabili e in grado di offrire occasioni d’uso in linea con le esigenze dell’attuale domanda, anche grazie al rafforzamento delle divisioni R&D, produzione e marketing”.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.