×
1 117
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Visual & Sales Account Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Product Marketing Coordinator - Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Area Manager Wholesale Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Product Manager Accessori
Tempo Indeterminato · TREVISO
DELL'OGLIO
Sales Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CLARKS - ASAK & CO. S.P.A.
Addetta/o Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · BUSSOLENGO
RANDSTAD ITALIA
Coordinator Ufficio Commerciale & Marketing
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Autista di Direzione (Driver)
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Reuters
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
11 mar 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Adidas prevede una crescita nel 2021 nonostante la vendita di Reebok

Di
Reuters
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
11 mar 2021

Adidas AG si aspetta una forte progressione di fatturato nel 2021, in particolare in Cina, nel resto dell’Asia e in America Latina, anche se i risultati saranno penalizzati dai costi relativi alla vendita del brand Reebok.

Reuters


Le previsioni per il 2021 fanno parte di un piano strategico quinquennale. Nell’ambito di questa nuova strategia, Adidas gestirà la Greater China come un mercato separato dal resto dell'Asia e unirà i mercati europeo, russo e quelli emergenti in un'unica area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa).
 
Il gruppo si è inoltre posto l'obiettivo di raddoppiare le vendite online, raggiungendo i 9 miliardi di euro entro il 2025, e di migliorare la sostenibilità dei propri prodotti. L'altro obiettivo principale di questa strategia è incrementare la redditività di Adidas a un livello simile a quello del suo concorrente Nike. Il marchio punta a un aumento del suo margine di utile operativo dal 12% al 14%, a una crescita media annua delle vendite dall'8% al 10% e un incremento annuo dell'utile netto dal 16% al 18%.

Il giro d’affari del gruppo nel quarto trimestre è aumentato dell'1% a cambi costanti, arrivando a 5,55 miliardi di euro, mentre l'utile operativo è sceso a 225 milioni di euro. Queste cifre sono superiori alle aspettative degli analisti, che in media si aspettavano un fatturato trimestrale di 5,47 miliardi e un utile operativo di 202 milioni.
 
La chiusura di metà dei negozi in Europa nel quarto trimestre ha pesato sulle vendite, ma le perdite sono state in parte compensate da un aumento del 43% dell’e-commerce. Oggi, con più del 95% dei suoi store aperti, Adidas prevede che le vendite a cambi costanti aumenteranno tra il 15% e il 20% nel 2021, con incrementi fino al 30% in Cina, nel resto dell'Asia e in America Latina. Nella regione EMEA, le vendite dovrebbero progredire tra il 15% e il 20% e in Nord America di circa il 10%.
 
Per il 2021 Adidas stima che l’utile netto aumenterà, attestandosi tra 1,25 e 1,45 miliardi di euro. Il gruppo ha dichiarato però che la vendita di Reebok potrebbe avere un impatto negativo sull’utile operativo di circa 250 milioni di euro e sull'utile netto di 200 milioni di euro.
 
La società ha infatti dichiarato lo scorso febbraio l’intenzione di separarsi da Reebok, per vendita o per scissione, 15 anni dopo aver acquistato il marchio americano, che non ha mai saputo rilanciare completamente, con l’obiettivo di competere meglio con Nike.

© Thomson Reuters 2021 All rights reserved.