Adidas chiuderà molti negozi per stimolare le vendite dell’e-commerce

Adidas prevede di chiudere diversi negozi nei prossimi anni, nel quadro di una strategia volta a distribuire più prodotti online, secondo le parole del suo CEO, Kasper Rorsted. In un'intervista rilasciata al quotidiano britannico Financial Times, Kasper Rorsted dichiara: “Con il tempo avremo meno negozi, ma saranno ottimizzati”, prima di aggiungere che nei prossimi anni il numero di punti vendita Adidas dovrebbe diminuire leggermente. “Il nostro sito Internet è il nostro primo negozio al mondo”.

Kasper Rorsted - Reuters

Adidas vorrebbe raddoppiare la dimensione delle vendite perfezionate tramite l’e-commerce per raggiungere la cifra di 4 miliardi di euro entro il 2020, contro gli 1,6 miliardi ricavati lo scorso anno. Il produttore tedesco di articoli sportivi gestisce 2.500 negozi nel mondo e 13.000 store in franchising.
 
Adidas ha appena lanciato un’applicazione mobile che permette di personalizzare l’esperienza d’acquisto online. L’app è disponibile negli USA, nel Regno Unito e in Germania, e quest’anno dovrebbe uscire in Francia, Spagna e Canada.
 
Nel 2017, Adidas ha annunciato di aver ottenuto un aumento dei ricavi del 16%, a 21,2 miliardi di euro, mentre i suoi margini operativi sono aumentati di 120 punti base, per raggiungere il 9,8%.
 
In futuro, Adidas vorrebbe far aumentare le proprie vendite dal 10% al 12% all’anno fino al 2020 e i suoi margini operativi circa dal 10% all’11,5%. L’azienda tedesca mira poi a far crescere annualmente il proprio utile netto dal 22% al 24% circa fino al 2020.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

© Thomson Reuters 2018 All rights reserved.

SportDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER