×
1 740
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Head of Production
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Site Management Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ELENA MIRO'
Head of Merchandising & Buying
Tempo Indeterminato · ALBA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
PATRIZIA PEPE
Digital Adversiting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Business Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
CONFIDENZIALE
IT Help-Desk
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
International Key Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
CRM Manager, Fashion Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
NALI ACCESSORI
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Business Developer- Interior Design Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Rtw ww
Tempo Indeterminato · VICENZA
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Denim
Tempo Indeterminato · VICENZA
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
20 dic 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

ABG imposta la nuova organizzazione di Reebok a livello mondiale

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
20 dic 2021

La Reebok versione Authentic Brands Group comincia a prendere forma. Il gruppo americano, divenuto in poche stagioni uno dei colossi della moda e del lifestyle d'oltreoceano, finalizzerà l'acquisizione del brand di origine inglese da Adidas nel corso del primo trimestre del 2022.


Reebok ha firmato un accordo con JD - Reebok


Nelle ultime stagioni, il gruppo fondato nel 2010 da Jamie Salter, specialista del marketing che affida licenze di produzione e distribuzione dei suoi marchi in diversi mercati, ha costruito un portafoglio impressionante rilevando direttamente o con dei partner i brand Forever 21, Volcom, Brooks Brother e Nautica. Ma con l'acquisizione di Reebok per 2,1 miliardi di euro, l’azienda ha fatto un gran colpo.
 
Il modo in cui il marchio con sede a Boston sarà rilanciato, dopo 15 anni nella galassia del colosso tedesco dello sport, suscita inevitabilmente un grande interesse. E ABG comincia a scoprire le sue carte, rivelando le sue ambizioni. Lunedì 20 dicembre ha infatti annunciato di aver firmato un accordo con il gruppo britannico JD per garantirsi la distribuzione nei suoi circa 2.850 negozi in Europa, ma anche negli Stati Uniti sotto le insegne JD, Finish Line, DTLR, Shoe Palace, Size?, Sprinter e SportZone. Un accordo che riguarda sia le collezioni di sneaker sia l’abbigliamento e che pur non essendo esclusivo sottolinea le ambizioni di Reebok di essere considerato un player che conta al pari di Nike, Adidas, Puma e New Balance.

"Reebok è un marchio di lifestyle iconico a livello globale, con una forte risonanza in tutti i canali di JD e siamo lieti di collaborare con ABG per presentare nuovi entusiasmanti prodotti ai nostri clienti storici e al crescente pubblico della Generazione Z", ha dichiarato Peter Cowgill, presidente esecutivo di JD Group. “Reebok si inserisce perfettamente nella nostra offerta sportiva e di stile di vita attivo e non vediamo l'ora di massimizzare il potenziale del brand facendo leva sul suo incredibile heritage".
 
La concretizzazione dell’accordo accordo sarà visibile il prossimo autunno-inverno. JD avrà accesso ai prodotti sviluppati dal Reebok Design Group, supportato dalla struttura SPARC (Simon Properties Authentic Retail Concepts), fondata lo scorso anno da ABG in collaborazione con lo specialista della distribuzione americana Simon Properties. Questa struttura mira a supportare la costruzione di strategie di marca, progettazione tecnica, distribuzione specializzata e marketing, supervisionando le questioni di approvvigionamento, produzione e distribuzione, sia fisica che digitale.
 
La struttura opera già per diversi brand del gruppo, come Nautica, Aeropostale, Lucky Brand, Forever 21, Eddie Bauer e Brooks Brothers.
 
È dunque su questa entità che ABG si appoggerà per avviare il suo Reebok Design Group (RDG), che garantirà la progettazione di prodotti per tutto il mondo. Il nuovo proprietario sembra voler conservare l'identità del marchio, non solo mantenendo la storica sede americana a Boston, ma anche confermando la fiducia in Matt O'Toole, Presidente di Reebok. Anche Todd Krinsky, Vice President responsabile del prodotto, conserverà la sua carica.
 
"Reebok è l'acquisizione più monumentale nella storia di ABG", ha dichiarato Jamie Salter, fondatore e CEO di ABG. "Considerata la portata delle attività di Reebok in tutto il mondo, un elemento fondamentale della strategia era di mantenere il centro del marchio, che dispone di una rete globale di partner, per preservare e coltivare il ritmo cardiaco del brand e il suo DNA unico. Cominciando da SPARC negli Stati Uniti, stiamo costruendo un network di partner operativi strategici in tutto il mondo, che si impegnano a supportare l'innovazione, l'integrità e i valori del marchio".
 
Dall’inizio del prossimo anno, SPARC si occuperà anche della distribuzione di Reebok negli Stati Uniti. In parallelo, ABG ha annunciato di aver trovato dei partner per sviluppare Reebok in numerose regioni del mondo.
 
Il gruppo lavorerà infatti con The Falic Group per l'America Latina, esclusi Messico, Brasile e Argentina; Accent Group Limited per Australia e Nuova Zelanda; MGS, partner storico di Reebok, in Israele; e con Aditya Birla Fashion and Retail Limited (ABFRL), che sta già collaborando con Forever21, in India e nei Paesi del sud-est asiatico.
 
Il gruppo deve però fare i conti con la presenza di filiali già stabilite in determinati mercati o partner di lunga data. In pochi mesi dovrà quindi trovare le migliori opzioni affinché il brand mantenga una presenza internazionale. Per il momento, ABG non ha rivelato l'organizzazione che Reebok creerà nel 2022 in Europa, sapendo che i team del brand sono ancora affiancati a quelli di Adidas in alcuni Paesi in cui le operazioni erano state raggruppate.
 
Secondo i risultati pubblicati dal gruppo Adidas, Reebok ha realizzato nel 2020 un fatturato di 1,4 miliardi di euro, per un margine lordo del 44,8% e una perdita operativa netta di 38 milioni. Una sfida per ABG sarà dunque quella di ridistribuire un marchio il cui epicentro era europeo. L'anno scorso, Reebok ha realizzato 636 milioni di vendite in Europa Medio Oriente Africa, 397 milioni in Nord America, 86 in Cina, 162 nel resto dell'Asia-Pacifico e 125 milioni in America Latina.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.