×
1 466
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization & Agile Transformation
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · NOLA
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
15 gen 2016
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

A Pitti Uomo 89, l'Alice di Marco De Vincenzo

Di
Ansa
Pubblicato il
15 gen 2016

E' una sorta di Alice nel Paese delle Meraviglie, la creatura che lo stilista messinese Marco De Vincenzo ha reso protagonista della sua performance artistica in scena al Teatro Niccolini di Firenze, il più antico della città, visto che venne costruito nel 1650, chiuso 20 anni fa e riaperto da appena una settimana.

L'installazione di Marco de Vincenzo a Firenze - Foto: Ansa
Con l'installazione In-Lusionem, realizzata dal designer - ospite d'onore per il womanswear di Pitti Uomo 89 - assieme al suo amico artista-performer Patrizio Tra


Li indossano cinque manichini, con occhi di glitter e ciglia ad ali di farfalla, che per un gioco di specchi e luci sembrano un esercito. "Questa mostra di abiti che non andranno in vendita - spiega lo stilista- è un omaggio alla Toscana per il lavoro fatto sulla pelle che ha fatto impazzire il mio team per la difficoltà d'intagliare i rombi di nappa. Anche la tecnicità delle lavorazioni che vedete nei sei modelli in mostra in galleria, tutti in organza lavorata a effetto pelliccia e frange, un mio must, fa parte dei miei tanti lati. Questa é una storia di moltiplicazione di moduli, di gioco di illusioni".

"E' un po' Alice nel Paese delle Meraviglie perché gli abiti sembrano esistere per un'illusione" aggiunge Travagli. Classe 1978, il designer che ricopre il ruolo di leather goods design director per Fendi, con cui collabora da oltre 15 anni, ha creato nel 2009 il suo marchio e nel 2014 é entrato a far parte del gruppo LVMH. "Il gruppo mi supporta ma mi lascia piena autonomia - rivela - tanto che a febbraio lancerò la mia prima linea di borse e calzature". De Vincenzo è stato scoperto con il concorso Who is on next? in una delle prime edizioni nella capitale.

L'installazione di Marco de Vincenzo a Firenze Foto: Ansa


"Fendi è un posto magico, dà credibilità a chi ci lavora. Roma ha ritmi lenti e i suoi difetti, ma non puoi fare a meno di amarla. Ce lo dicevamo con Frida Giannini, Alessandro De Michele (Gucci), Pier Paolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri (Valentino), tutti romani. Se ci sfilerei? dev'essere la città a darti l'opportunità".

Oggi De Vincenzo è considerato uno dei migliori talenti italiani a livello mondiale, per la contemporaneità della sua visione e la silhouette leggibile, segnata dal colore, delle sue collezioni femminili. E diverse maison francesi oggi hanno la poltrona di direttore creativo vuota. "Se mi chiamassero da Dior? Certo che ci andrei? Di corsa".

 

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.