×
1 857
Fashion Jobs
NALI ACCESSORI
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Business Developer- Interior Design Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Rtw ww
Tempo Indeterminato · VICENZA
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Denim
Tempo Indeterminato · VICENZA
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Showroom Manager Arredamento Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Sales Area Manager, Emerging Markets - Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA DI CALZATURE
Application Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
DIESEL
Europe Head of E-Commerce
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
District Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Area Manager Nord Italia
Tempo Indeterminato · ITALIA
FORPEN
Fisso
Tempo Indeterminato · SAONARA
THUN SPA
Analytics Junior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
THUN SPA
Analytics Senior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 feb 2022
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

A Milano inizia una settimana della moda femminile intensissima

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 feb 2022

Dopo New York e Londra, la settimana della moda di Milano inizia questo martedì sera per procedere fino a lunedì 28 febbraio con un programma esplosivo. Al ritmo di 10-12 sfilate fisiche al giorno, sparse per tutta la città, l'evento dedicato al prêt-à-porter donna per l'Autunno-Inverno 2022/23 fa rivivere la frenesia pre-Covid, come se nulla fosse. Dopo due anni di pandemia si aspetta anche il ritorno in forza di buyer e giornalisti, provenienti da tutto il mondo, ad eccezione dei cinesi.

Fendi apre la Fashion Week di Milano mercoledì - © PixelFormula


Vengono annunciati circa 170 appuntamenti, contro i poco più di 200 degli anni più fastosi. In programma: 67 sfilate di cui due doppie (57 fisiche e 8 in formato digitale), 77 presentazioni e 9 eventi speciali. Inoltre, ci sono diverse sfilate e presentazioni al di fuori del calendario ufficiale. Il tutto concentrato per oltre il 90% in 5 giorni, dal mercoledì alla domenica. “È vero che abbiamo pochi giorni rispetto a Parigi e alla densità del programma. Idealmente vorremmo avere un giorno in più, ma i buyer sono restii a volerlo. Cerchiamo di essere sintetici accontentando tutti”, confida il presidente di Camera Moda (CNMI), Carlo Capasa. “Tutti vogliono venire a Milano! Le richieste per le sfilate sono più del doppio rispetto al calendario attuale. Con i suoi 800 showroom, la città è come una fiera a cielo aperto. Anche le grandi case di moda che sfilano altrove hanno un loro showroom in loco. Si viene qui per fare affari”, dice.
 
Nel menù, ovviamente, i protagonisti del Made in Italy, con Fendi e Roberto Cavalli il mercoledì, seguiti da Max Mara, Prada e Moschino il giovedì, da Missoni, Etro, Versace il venerdì, da Dolce & Gabbana il sabato e da Giorgio Armani la domenica. Manca solo Antonio Marras, che ha scelto di sfilare a Mosca in questa stagione e che comunque a Milano organizzerà una presentazione. La capitale della moda italiana può contare, invece, sul ritorno di una miriade di big che avevano disertato le sue passerelle nelle ultime stagioni: Gucci, Bottega Veneta, con il suo nuovissimo stilista Matthieu Blazy, Plein Sport e Dsquared2, che si riposiziona nella settimana della donna, riproponendo separatamente le sue collezioni per maschi e femmine.

Ma c’è anche Trussardi, che si rilancia sotto l'egida di una nuova direzione artistica, svelando sabato la primissima collezione del duo composto da Serhat Isik e Benjamin A. Huseby, che guidano l'interessante etichetta tedesca d'avanguardia GmbH. E c’è pure Ennio Capasa, il fondatore di Costume National, che torna martedì sera con il suo nuovo brand Capasa Milano. Altri due i momenti forti. La prima sfilata in assoluto di Diesel a Milano sotto la guida del nuovo stilista Glenn Martens, e quella di Ferrari, che a giugno ha assunto lo stilista Rocco Iannone per lanciare la sua prima linea di moda d’alta gamma.
 
Riflettori puntati anche sulla creazione giovane, con una dozzina di nomi nuovi, e non di poco conto. A cominciare dalla label giapponese molto cool Ambush, lanciata nel 2008 dalla designer statunitense-coreana Yoon Ahn con il suo compagno Verbal, dj, produttore e star dell'hip-hop in Giappone, che aveva già presentato le proprie collezioni a Parigi. Da segnalare anche l'arrivo sulle passerelle donna di Palm Angels, il brand di streetwear d’alta gamma di Francesco Ragazzi, che, come Ambush, proviene dalla galassia New Guards Group (Farfetch), il quale finora sfilava durante la settimana della moda maschile.
 
Altra etichetta interessante da scoprire è AC9, lanciata a settembre 2019 da Alfredo Cortese. Laureato in chimica e appassionato di fotografia, il siciliano ha scoperto la moda lavorando nella comunicazione per lo stilista di N°21, Alessandro Dell'Acqua, che gli ha insegnato tutto proponendogli di creare una capsule collection. Con la sua moda fluida dal rigore nordico, attraversata da un tocco sexy mediterraneo, il giovane è stato subito apprezzato ed è distribuito da Tomorrow.
 
Stesso percorso atipico per l'anglo-nigeriano Inyie Tokyo James, appena selezionato per le semifinali del Prix LVMH. Inizialmente orientato agli studi matematici, svolti presso la Queen Mary University di Londra, James ha intrapreso la carriera di stilista di moda lavorando per diverse testate internazionali e alcuni brand, per i quali ha gestito le campagne digitali (Brioni, Issey Miyake, Puma Black Label). Nel 2015 ha lanciato il mensile Rough UK e si è trasferito a Lagos, dove ha fondato il marchio Tokyo James. Dopo aver sfilato a Londra, a gennaio 2021 è entrato nel calendario maschile milanese con le sue creazioni che miscelano sperimentazione e audacia.
 
Dopo l'Accademia di Belle Arti di Bologna, Andrea Adamo ha lavorato di volta in volta per Elisabetta Franchi, Roberto Cavalli, Zuhair Murad e Dolce & Gabbana, prima di lanciarsi nel settore, a settembre 2020, con il proprio marchio Andreadamo, che si è imposto in poche stagioni come un must per la maglieria sexy e confortevole. Domenica debutta sulle passerelle milanesi pure Jezabelle Cormio, anche lei appassionata di maglieria. Diplomata alla Royal Academy di Anversa, la stilista ha collaborato con diversi brand prima di fondare la sua maison Cormio nel 2019 con una prima collezione per l'Autunno-Inverno 2020/21. Cormio trae ispirazione dal mondo austro-tirolese per creare capi giocosi con dettagli inaspettati attraverso tecniche di lavorazione a maglia sperimentali.

Una creazione firmata Aniye Records - DR


Un'altra novità è la linea Aniye Records, che debutterà in questa stagione e domenica svelerà 70 look ispirati alla musica, pensati come abiti da concerto. La stilista Alessandra Marchi è cresciuta nella moda, visto che suo padre e suo zio – Vannis e Marco Marchi – sono nientepopodimeno che i proprietari del gruppo Liu Jo. Nel 2000 Alessandra fonda a Carpi la linea Aniye By, che propone capi di ispirazione rock per donne non convenzionali. La sua nuova etichetta sarà distribuita da Riccardo Grassi con l'obiettivo di raggiungere da questa prima stagione 100 multimarca top nel mondo.
 
Dopo alcune stagioni di presentazioni in formato digitale, questa settimana sarà l'occasione per scoprire finalmente nel mondo reale, attraverso delle sfilate fisiche, la sorellina fashion di Asics, Onitsuka Tiger, e l'avveniristica maison danese Hans Kjøbenhavn, presente a Milano dal 2020. Debutta nel calendario delle sfilate, ma in formato digitale, anche il brand outdoor di origine britannica Husky, di proprietà del gruppo Moschillo. Sul versante delle presentazioni si segnala una serie di nomi nuovi: Francesco Murano, vincitore del concorso ‘Who is on next 2020’, Luciano Padovan, Miss Sohee, giovane sudcoreana basata a Londra, che sarà accolta negli spazi di Dolce & Gabbana, Balestra, Durazzi (in digitale), Cukovy, Andrea Incontri, Ramzen, Bloke, Sa Su Phi, Edoardo Gallorin, Tu Lizè e Vaishali S.
 
Una settimana milanese stimolante, dunque, che rappresenterà anche l’occasione per scoprire nuovi luoghi culturali della capitale della Lombardia, come il museo del design ADI Design Museum, in Via Ceresio, che sta diventando il nuovo epicentro della Fashion Week. La Camera Nazionale della Moda Italiana vi trasferisce qui in questa stagione il suo Fashion Hub e i suoi molteplici progetti dedicati a marchi sostenibili ed emergenti. Altro luogo, il Mudec, centro culturale dedicato alle diverse culture del mondo nel quartiere Tortona, che ospiterà per la prima volta collezioni di ricerca molto creative, selezionate dalla fiera White Milano nell'ambito della sua iniziativa “Beyond the norm”, dal 24 al 27 febbraio.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.