A Firenze i dipinti dialogano con abiti di alta moda

Nuovo allestimento per la Galleria del Costume, con pitture e sculture provenienti dalla collezione della Galleria di Arte Moderna accostati ad abiti e accessori di moda: con il nome di “Tracce 2018”, il nuovo assetto, curato da Caterina Chiarelli e Simonella Condemi, è stato inaugurato il 16 luglio. 

Abito femminile

Fra le tante meraviglie raccolte in questo nuovo allestimento, spicca, nella sala 2, il sontuoso abito bianco dal tono madreperlaceo che Capucci realizzò, nell'86, come costume della Vestale per la Norma di Bellini.

C'è poi una sezione dedicata al viaggio, con capi e accessori tratti dalle collezioni del Museo della Moda e del Costume, adatti ad essere indossati o riposti in valigia durante la trasferta. Si tratta di cappelli, foulard, occhiali, guanti, oppure oggetti più singolari, come un contenitore per grucce pieghevoli, o un astuccio porta ombrello; ma anche borse, di ogni foggia e per ogni scopo, spaziando dal beauty case al porta biancheria di James Collard Vickery, alla valigia dei primi anni del '900. Una teca propone anche una piccola collezione di giocattoli d'epoca ispirati al viaggio, con auto, pullman, autisti e viaggiatori.

L'allestimento si pone inoltre in diretto dialogo con la mostra “The Elegance of Speed” in corso fino al 16 settembre nell'Andito degli Angiolini a Palazzo Pitti, che presenta cimeli e fotografie di auto d'epoca e di gare automobilistiche dal 1934 al 1965, dall'Archivio Foto Locchi.

"Non si poteva trovare un momento più adatto per inaugurare questo riassetto", ha commentato alla presentazione il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, “il tema del viaggio, dell'avventura, dello spostamento, nella nostra cultura è infatti intimamente legato all'estate e alle vacanze".

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Lusso - Prêt à porter Eventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER