×
1 080
Fashion Jobs
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
19 dic 2016
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

900 negozi Poundland offriranno il marchio di abbigliamento Pep & Co

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
19 dic 2016

Il dettagliante britannico Poundland ha ampliato la distribuzione di uno dei marchi di moda della sua controllante Pepkor nei suoi negozi del Regno Unito.

Vari shop-in-shop di Pep & Co appariranno all'interno dei negozi più grandi della catena Poundland l'anno prossimo nel Regno Unito.

Il marchio di abbigliamento Pep & Co sarà infatti disponibile in tutti i 900 negozi Poundland della Gran Bretagna; un'espansione netta e corposa, se si pensa che parte dagli attuali 50 punti vendita indipendenti su strade di alto profilo gestiti da Pep & Co.

Dieci negozi di Poundland saranno dotati di aree di circa 760 metri quadrati di shop-in-shop Pep & Co a partire da febbraio, mentre altri 50 punti vendita fra i più grandi della catena britannica vedranno ampiamente arricchita la loro proposta dei prodotti di Pep & Co, i quali saranno disponibili in misura minore nei negozi rimanenti, con l'abbigliamento femminile e quello bambino come offerta principale.

“Il rapporto tra Pep & Co e Poundland diventerà sempre più significativo”, ha detto al quotidiano “The Guardian” Andy Bond, responsabile Europa di Pepkor. “La mia ambizione è che, col tempo, Pep & Co diventi per Poundland quello che George è per Asda”.

Difficilmente gli articoli di moda saranno tutti venduti a una sterlina, dato che il 5% dell'offerta del retailer è attualmente proposta al di sopra di quel prezzo e il recente crollo della sterlina rispetto al dollaro ha aggiunto tensione sui prezzi.

Bond ha sostenuto che 1 sterlina rimarrà il prezzo di base della catena, ma è stata già sperimentata della merce proposta a prezzi al di sotto di tale cifra, come pure articoli venduti a 8 sterline o più.

“Baseremo sempre Poundland attorno alla fiducia del fatto che vi si trovino prodotti a una sterlina, ma le ricerche effettuate dall'azienda dimostrano che non è che la gente compri lì perché i prodotti costano 1 sterlina, ma perché ottengono in cambio un incredibile rapporto qualità/prezzo. Ci sono alcuni segmenti di prodotto in cui ancorarsi al fatto di vendere i prodotti a una sterlina non consente di avere un'offerta credibile – come i giocattoli e l'abbigliamento”.

“Il viaggio che i negozi “tutto per una sterlina” stanno compiendo nel Regno Unito è lo stesso dei negozi “tutto a un dollaro” negli USA. La stragrande maggioranza di loro generano movimento”, ha concluso Bond.

Sandra Halliday (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.