450 dipendenti all'hackaton di Moncler

Lavoreranno sullo sviluppo di progetti innovativi per le aree strategiche per l'azienda: dal prodotto all'IT, alla supply chain, all'Academy interna fino alla sostenibilità. Sono i 450 dipendenti provenienti da tutto il mondo che partecipano all'Hackathon di Moncler, una maratona di 24 ore per proporre soluzioni nuove e distintive.

Il patron di Moncler, Remo Ruffini

"La strategia di Moncler”, commenta Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato di Moncler”, si basa sull'unicità e l'unicità richiede idee forti e un ambiente lavorativo che sappia accoglierle e stimolarle. Quando esiste una cultura dell'innovazione diffusa le persone sono portate a sperimentare in modo naturale, e l'azienda ad essere più agile e capace di prendere decisioni velocemente. Credo che l'Hackathon sia un ottimo esempio del nostro orientamento al digitale e la dimostrazione che la collaborazione e la contaminazione tra esperienze e punti di vista diversi possano generare grandi idee".

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AltroInnovazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER