×
226
Fashion Jobs
FOURCORNERS
E-Commerce & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
RETAIL SEARCH SRL
Senior Finance/Business Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Area Manager Centro Italia
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
RETAIL SEARCH SRL
Area Manager Nord Ovest
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Showroom Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Area Manager Wholesales Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Triveneto Fashion
Tempo Indeterminato · VERONA
GCDS
Wholesale Showroom Sales
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Jersey Product Manager / Luxury Brand / Ticino
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Showroom Manager – Interior Design
Tempo Indeterminato · MILANO
PANDORA
Talent Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PANDORA
Commercial fp&a Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PANDORA
Demand Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PANDORA
Paid & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PANDORA
Merchandise Planning & Allocation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Junior Area Manager - Retail Fashion
Tempo Indeterminato ·
THUN SPA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · BOLZANO
CHRISTINA WU BRIDES & ADRIANNA PAPELL PLATINUM
Sales Representative Nord Italia
Tempo Indeterminato · MILANO

3SI mette in vendita 3 Suisses

Di
AFP
Pubblicato il
5 apr 2016
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il gruppo francese 3SI, ex 3Suisses International, dal 2014 controllato dal colosso tedesco della vendita a distanza Otto, ha annunciato l'intenzione di cedere la totalità delle sue attività di e-commerce in Francia, Belgio, Spagna, Germania, Austria e Repubblica Ceca, tra le quali quelle del proprio marchio storico in Francia, 3 Suisses, che da molti anni deve affrontare difficoltà crescenti.

Il sito di 3 Suisses


“Si tratta di un perimetro di 400 milioni di euro e 900 dipendenti”, ha indicato il portavoce del gruppo francese, Antoine Pernod.

Ora 3SI vuole concentrarsi sulle sue attività di servizio ai clienti professionali, quelle legate in particolare alla consegna di pacchi con Mondial Relay, e alla preparazione degli ordini (o order picking) con Dispeo.

Le insegne destinate ad essere vendute “nei prossimi 12 mesi”, dice il comunicato aziendale, sono Unigro (Belgio, arredamento casa), 3Pagen (Germania e Austria, articoli decorativi e utensili per uso domestico), Cemod (Repubblica Ceca, articoli di moda, decorazioni stagionali) e Cogemag-Excédence (Francia, destoccaggio).

Queste si aggiungeranno alle altre insegne del gruppo già vendute o in corso di cessione: Blancheporte (abbigliamento per la terza età), che il 1° aprile è stato ceduto al suo management, seguito da Becquet (Francia, biancheria per la casa), che si appresta ad essere venduto il 1° maggio alla società di vendita a distanza Domoti, e Venca (Spagna, abbigliamento per gli anziani).

Ma in questo ventaglio di cessioni, è quella dello storico e iconico marchio del gruppo in Francia, 3Suisses, a destare la maggiore l'attenzione.

Secondo 3SI, la sua situazione attuale “non permette una cessione, che assicurerebbe un futuro all'attività e al marchio”. Il gruppo prevede quindi di creare una “struttura nuova, [che rappresenti un] vettore portante delle ambizioni del brand”, e alla quale sarà annessa 3Suisses Belgium, con l'idea di mettere poi in vendita questa nuova entità.

La nuova struttura comprenderà al massimo una quarantina di dipendenti, contro i 147 attualmente impiegati da 3Suisses in Francia.

"3 Suisses non scomparirà"

Il distributore ha già dovuto affrontare molti piani sociali negli ultimi anni, per far passare 3Suisses dal suo vecchio modello di venditore per corrispondenza (che utilizzava cataloghi) ad attore dell'e-commerce. In totale, l'azienda ha eliminato circa 1.000 posti di lavoro dal 2009 a oggi.

Ma questa cessione “non significa la scomparsa di 3 Suisses, né la sua prossima chiusura”, assicura Antoine Pernod. Al contrario, “la vendita di una nuova struttura, riorientata sul commercio elettronico e priva delle attività aggiuntive (assicurazioni, viaggi...) che non avevano più niente a che fare con essa, le permetterà di ricominciare dall'inizio, come su un foglio bianco”, ha spiegato. “Siamo fiduciosi del fatto che 3Suisses possa interessare a vari acquirenti; si tratta di un bel marchio sul quale è già stato fatto un lavoro importante in questi ultimi due anni”, ha aggiunto Antoine Pernod.

Nel 2014, il distributore aveva cessato la pubblicazione e la distribuzione del suo ampio catalogo biennale per passare a un modello tutto basato su Internet, focalizzato sulla moda e sulla casa.

Fondato nel 1932, 3Suisses da diversi anni deve affrontare grandi difficoltà finanziarie, a causa della concorrenza diretta, che si è trovato ad avere proprio sul suo modello di vendita a distanza, dei nuovi colossi internazionali di Internet, come Amazon o Zalando. Il brand deve anche affrontare il suo vecchio rivale La Redoute, anche lui in fase di trasformazione per cercare di ritrovare l'antico successo.

Dal 2009, 3Suisses ha generato perdite per 650 milioni di euro, una situazione che non è migliorata in questi ultimi anni, malgrado il lavoro di riposizionamento. Nel 2015, le sue vendite sono state pari a circa 120 milioni, contro il miliardo di euro scarso di una decina di anni fa.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2020 AFP. Tutti i diritti riservati.