×
1 335
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
19 dic 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

120% Lino: obiettivo 40 milioni di fatturato nel 2022

Pubblicato il
19 dic 2018

120% Lino, brand bolognese di abbigliamento specializzato, come dice il nome, nel lino, ha presentato la propria strategia di crescita per i prossimi anni, frutto del nuovo corso avviato a fine del 2017 dal fondo di private equity Made in Italy Fund, che ha acquisito il 70% della società (il 30% è rimasto al fondatore Alberto Peretto).

Mauro Grange, AD di 120% Lino


“Abbiamo scelto 120% Lino come nostro primo investimento perché si tratta di un’azienda con oltre 35 anni di storia, specializzata in un settore ben definito, con buoni risultati finanziari e posizionata molto bene in Italia e all’estero, sia nel canale wholesale (con circa 300 doors a livello mondiale) e all’interno di importanti department store come la Rinascente, Harrods, Tsum e Neiman Marcus, sia a livello retail, con due monomarca a Milano e cinque in Florida”, ha spiegato Mauro Grange, partner di Made in Italy Fund e AD di 120% Lino.
 
La strategia di crescita del brand si basa su tre asset fondamentali. In primo luogo, lo sviluppo retail, sia in Europa, dove sono previste 4 o 5 aperture nei prossimi quattro anni, tra Italia, Spagna e Francia, sia negli USA, dove gli opening previsti da qui al 2022 sono una ventina, dislocati nelle aree più calde, visto il focus sul lino, come California, Texas, Hawaii, Bahamas, ecc. “Sul fronte asiatico ci affideremo a dei distributori, in particolare in Giappone e Corea, e apriremo una filiale a Singapore”, ha precisato Grange. “Anche il Sud America sarà gestito con partner distributivi”.

Uno store del marchio

 
Secondo pilastro del piano strategico di 120% Lino, che produce prevalentemente abbigliamento uomo, donna e bambino, è l’ampliamento della proposta per la casa e degli accessori, come borse, cappelli e sciarpe.

Infine, la società sta portando avanti un lavoro importante sul posizionamento del brand: “Vogliamo focalizzarci sempre di più sul nostro core business, il lino, anche per la stagione invernale, magari abbinato ad altre fibre pregiate, come il cashmere, e sul tinto in capo, altro nostro punto di forza”, ha proseguito Grange. “Stiamo inoltre intraprendendo un percorso di rebranding per rafforzare il posizionamento lusso del marchio e avere un percepito ancora più alto, attraverso una definizione sempre più precisa della nostra clientela e nuove modalità di comunicazione online, sia sul nostro sito che sui social. Una volta concluso questo progetto, ci dedicheremo all’e-commerce, probabilmente a partire dal 2020”.
 
120% Lino ha chiuso il 2017 con un fatturato di 12 milioni di euro; il 2018 è previsto in chiusura a 13 milioni, con un EBITDA al 18%. Ad oggi gli USA rappresentano il primo mercato con il 40% delle vendite, seguite da Germania, Inghilterra, Russia, Giappone e Spagna; l’Italia pesa per il 15%.
 
“Entro il 2022 puntiamo a raggiungere un giro d’affari di 40 milioni, con 30 negozi di proprietà e un rafforzamento della presenza nei department store tramite pop-up e corner”, ha concluso Grange. “Per l’e-commerce il nostro obiettivo, sempre a quattro anni, è di arrivare al 5/7% delle vendite totali”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.