×
1 394
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

“Fashion Art & More” ha chiuso con eleganza la Fashion Week di Milano

Pubblicato il
today 1 mar 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Lo scorso lunedì 25 febbraio, la Settimana della Moda di Milano si è conclusa con una sfilata di moda ed alta moda fuori calendario ufficiale diventata ormai un appuntamento consueto e gradevole, giunto alla nona edizione. Si tratta di “Fashion Art & More”, organizzata dalla Event Manager e responsabile per l’Italia e l’Europa del marchio Camperos, Sabrina Spinelli, che possiede l’azienda di marketing e promozione del business Wellness for You.

Uno degli outfit di ALV-Andare Lontano Viaggiando che hanno sfilato in passerella. A destra nella foto Alviero Martini. Foto:“Fashion Art & More”/M. De Nigris


Nelle nove edizioni sono stati ospiti dell’evento personaggi televisivi, personalità del mondo dello spettacolo e della bellezza, artisti internazionali che hanno esposto le loro opere, diplomatici e titolati, ma soprattutto stilisti di moda e lusso, che presentano qui le loro ultime collezioni. Questa edizione si è svolta nella cornice luccicante del luxury club “Fifty Five 55” - l’ex Roialto - di Milano e ha avuto come sponsor per trucco e parrucco la multinazionale Alfaparf ed Evos Parrucchieri, e come main sponsor la toscana Italfama, con le sue lussuosissime scacchiere.
 
“Definito l’anno scorso dal magazine Dubai Fashion News come uno dei tre migliori eventi in Fashion Week insieme a Gucci e Dolce & Gabbana, il mio evento “Fashion Art & More” è un appuntamento in cui moda, arte e spettacolo si fondono per dar vita ad una serata unica”, dice a FashionNetwork.com la stessa Sabrina Spinelli.

Sabrina Spinelli - “Fashion Art & More”


“L’appuntamento è previsto solo durante la Fashion Week milanese, quando stilisti del Made in Italy ed Internazionali presentano le loro collezioni in esclusiva. Comunque io non organizzo solamente sfilate”, prosegue la Spinelli, “ma sono consulente per stilisti e Brand Manager, tanto che ora collaboro con Fabio Medas al rilancio mondiale di Camperos, lo storico marchio di borse e stivali di alta gamma ed artigianalità che stiamo riportando in auge a livello mondiale. Se posso cerco di aiutare da diversi anni stilisti e marchi emergenti a svilupparsi, o realtà consolidate a proporsi in modo più solido”.

Il primo a sfilare è stato il marchio Vanilla Style, della stilista brasiliana d’alta moda con atelier a Romano di Lombardia (BG) Emily de Souza. La designer ha presentato una linea ispirata al barocco brasiliano che mixa vari stili, dal casual al romantico. Nei capi da giorno, morbidi ed eleganti, appaiono stoffe preziose e applicazioni, a valorizzare la donna in tutta la sua femminilità.

Un momento della sfilata diStefania Patcaš-Foto:“Fashion Art & More”/M. De Nigris


Ha quindi sfilato ALV-Andare Lontano Viaggiando, che ha portato a Milano 14 total look, 10 femminili e 4 maschili, con protagonista il pattern che lo stilista Alviero Martini ha ideato nel percorso da lui intrapreso dal 2005 dopo la cessione del suo primo brand, Alviero Martini 1a Classe. Il motivo è composto dagli oltre 100 timbri d’ingresso e d’uscita stampigliati sui suoi passaporti dopo i viaggi che ha compiuto in tutto il mondo. Questi sono diventati un disegno per pelletteria e abbigliamento ready-to-wear, sviluppato in 5 differenti colori: safari, white, denim, mocha e black.
 
La terza sfilata è stata del marchio Francess, della rumena Stefania Patcaš, alta moda dalla sensualità classica confezionata usando seta pura, ricami fatti a mano, organza e crêpe.

Ultimo défilé quello di Sartoria Fasano, marchio d’alta moda e sartoria su misura di Torino nato nel 1988, la cui stilista è Francesca Fasano, che per questa occasione ha collaborato con la designer dell’etichetta easyGI, Giorgia Martinoli. Ne è scaturita una linea minimalista, ma ricca di tessuti preziosi, dove il bianco ed il nero la fanno da padrone.

Un momento del défilé di Sartoria Fasano - “Fashion Art & More”/G. Ciceri


“Anche se io prediligo il Made in Italy, come dimostra la presenza di ALV by Alviero Martini quest’anno”, conclude l’organizzatrice, “questo è un evento internazionale che punta a dare spazio anche a realtà estere. E sarà sempre legato all’alta moda e al lusso. Come dimostra la presenza questa sera delle pregiatissime scacchiere fatte a mano della fiorentina Italfama”.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.