L'isola tutta per te: Lo yacht gigante di Wally e Hermes

Roma, 13 nov. (Apcom) - E' uno yacht? O un'astronave? Secondo i produttori, l'inedita alleanza del lusso dei due nomi Wally ed Hermes, è il modo "per stabilire un nuovo rapporto fra l'uomo e il mare". In altri termini: un'isola artificiale galleggiante, privata e motorizzata, il sogno di ogni amante del mare. E oltretutto - pare - ecologica almeno in termini di consumi energetici.

Si chiama "

Why", acronicmo di Wally Hermès Yacht, frutto della collaborazione fra Luca Bassani della società italiana dello yachting, e Pierre Alkexis Dumas, direttore artistico della casa del lusso francese. Lunghezza, 58 metri, larghezza 38. La forma è quella di una vela a più piani. E si muoverà con un motore ibrido diesel elettrico: le batterie sono alimentate anche da 900 metri quadrati di pannelli solari fotovoltaici.

Sarà anche poco inquinante ma chissà se pesci e balene apprezzeranno. L'isoletta privata conta tre ponti, una piscina da 25 metri (il colmo del lusso, si sa, è stare in piscina davanti al mare) e a poppa, per così definirla, una spiaggia larga quanto lo yacht.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriLusso - AltroIndustry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER