Who's Next Prêt-à-Porter Paris ridisegna il programma di iniziative

Sfilate, forum sulle tendenze, conferenze… Le ricche iniziative collaterali daranno il ritmo alla vita nel padiglione 7 della Porte de Versailles durante la prossima edizione del salone Who's Next Prêt-à-Porter Paris, dal 21 al 24 gennaio prossimi. L'organizzatore, WSN Développement, realizzerà le sfilate al secondo piano dell'edificio, dove è ospitato l'universo di 'Private'. "Conserveremo il timing delle edizioni precedenti, con dei défilé organizzati dal salone tutti i giorni alle 12:30”, spiega Boris Provost, responsabile della comunicazione e dello sviluppo internazionale. “In compenso, abbiamo deciso di accentrare le sfilate dei marchi piuttosto che di vederle su stand differenti. Faremo anche conoscere dei giovani creatori internazionali dagli stili eclettici".

Prêt A Porter Paris, Who's Next
Prima (forse) di far vivere il corridoio centrale della Fiera della Porte de Versailles per l'edizione estiva del 2012, il salone concentrerà le sue iniziative nel padiglione 7.2.

Parallelamente, il catwalk ospiterà candidati da 22 regioni per l'elezione di “Miss Ronde France” (“Miss Francia Curvy”, ndr.) organizzata in collaborazione con il comitato di questo concorso nato nel 2005. L'offerta per la donna “curvy” sarà anche integrata nei percorsi femminili della fiera.

Questo per la parte show. Per l'aspetto di analisi del settore, ecco in programma tre forum sulle tendenze, per la donna, l’uomo (Mr. Brown) e il bambino (MiniMess). Lo studio Nelly Rodi fornirà quotidianamente un'analisi delle presentazioni femminili e bambino. Inoltre, gli specialisti di WGSN animeranno delle conferenze sui trend di stagione in generale.

Tutti elementi che accompagneranno i visitatori, che saranno anche coadiuvati dal servizio di "personal shopper". "Questo servizio esisteva al Prêt-à-Porter Paris e 70 buyer ne avevano fatto uso nel corso dell'ultima sessione, ma noi abbiamo deciso di incrementarne la visibilità e di svilupparlo. L’idea è veramente quella di proporre un orientamento ai visitatori sulla base dei loro principali interessi. Un qualcosa che integra e completa l'offerta per i buyer VIP", sottolinea Boris Provost.

Infine, il salone pone l'accento sulla creazione e la Rete, con un concorso di blog che porterà a ospitare una quindicina di giovani stilisti (5 al Private, 5 nell'Uomo e 5 al Mess Around) e un concorso insieme al sito britannico Artsthread.co.uk, che riunisce una sessantina di scuole di design internazionali in tutto il mondo. Ciascuna di esse proporrà un laureato e i 10 migliori avranno la possibilità di allestire un loro stand per tutta la durata della manifestazione.

Un passo in più verso l’ambizione internazionale del salone. L’organizzazione d'altronde attraverserà nei prossimi giorni i grandi mercati come il Giappone, la Corea del Sud, l’Italia e la Spagna per far conoscere il suo nuovo look. Inoltre, lancerà un piano di comunicazione in 15 lingue, con un primo documento di presentazione, spedito in circa 160.000 esemplari, che arriverà entro qualche giorno ai visitatori di tutto il mondo.

Olivier Guyot (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Saloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER