e-Pitti: in forte crescita su tutte le iniziative digitali

e-Pitti.com ha comunicato che l’ultima stagione online delle fiere ha registrato un aumento significativo di accessi da parte dei compratori rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso: +3,5% per Pitti Uomo 91, +8,2% per Pitti Bimbo 84 e +11,4% per Pitti Filati 80.

e-pitti.com

Nello specifico sono stati 1.356 i brand che hanno aderito all’online con le proprie collezioni; 8.096 i prodotti a catalogo; 108 i Paesi di provenienza dei buyer, con Italia in testa, seguita da Giappone, Spagna, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Russia, Turchia, Francia e Corea del Sud; oltre 65.500 foto scattate durante i saloni; 420.000 pagine viste; 32% delle visite provenienti da smartphone, 8% da tablet.  

"I volumi sono in crescita e l’Italia resta il Paese di maggior attenzione. Significativo il fatto che l’uso di e-Pitti abbia portato ad un aumento di traffico e dei contatti del 13% rispetto alla stagione passata", ha spiegato a FashionNetwork.com Raffaello Napoleone, AD di Pitti Immagine. "E’ un sistema che arricchisce la nostra mailinig list, che ad oggi conta circa 60.000 nominativi ed è sempre più selezionata e selettiva".
 
È dunque un bilancio molto positivo per l’info commerce di Pitti Immagine che, in occasione delle fiere di giugno, si rifarà anche il look, proponendo nuovi contenuti editoriali e preparando un futuro ampliamento del servizio. “Siamo alla continua ricerca di soluzioni innovative che possano supportare il business dei nostri principali interlocutori: i brand e i compratori”, ci spiega Francesco Bottigliero, CEO di e-Pitti.com e FieraDigitale. “Con Ready-to-Order, la app B2B di raccolta ordini lanciata a gennaio 2016, siamo intervenuti portando il digitale in un processo che è tuttora molto legato a dinamiche più tradizionali, proprie dell’offline. Una quarantina di brand hanno iniziato ad utilizzare il servizio ready to order e prevediamo entro la fine dell’anno fiscale di arrivare ad 80 marchi. Abbiamo iniziato una collaborazione fruttuosa con Guffanti Concept, con cui stiamo lavorando su più brand", specifica Bottigliero.

Come ha precisato Alessandra Guffanti, ad essere particolarmente premiante è il fatto che vi sia una democraticità nell’utiizzo del software, che rappresenta un volano per un’attività scalabile e permette di aprirsi ad un B2B più strutturato, anche per le PMI. Il settore della moda è infatti popolato di aziende medie e medio-piccole che non hanno, di solito, software pensati per loro (anche in termini di investimenti possibili).
 
Il 14-15 novembre si terrà, poi, al TAG Milano Calabiana, la 5° edizione di "Decoded Fashion Milan", summit internazionale dedicato al mondo fashion-tech, portato in Italia da e-Pitti.com nel 2013 che, come ormai da tradizione, riunirà i principali interlocutori del settore per una due giorni dedicata all’innovazione del sistema moda. 

e-pitti.com

"Una delle novità del 2017 è che la competizione 'The Fashion Pitch' esce di scena e si evolve, diventando 'The Front Pitch Row'. Il format, per la prima volta a Milano dopo il debutto newyorchese, è una competizione rivolta alle start-up che si confronteranno davanti ad una giuria di esperti, in una cornice costruita ad hoc per l’occasione", precisa Francesco Bottigliero. "Oltre a questo, verrà lanciato un nuovo contest dedicato alla creatività di 5 giovani designer internazionali che, supportati da 5 mentor del fashion e da un partner tecnologico, accoglieranno la sfida di integrare il digitale nelle loro creazioni".

"Globalmente per "Decoded 2017" lavoreremo su due aspetti principali: digitale che rima con coraggio, perchè siamo un settore pieno di heritage, ma è fondamentare trasmettere il messaggio che il digital è la frontiera da abbracciare per supportare la crescita futura. Presenteremo a Decoded esempi di storie di successo di diversi marchi in tal senso. Seconda tematica importante riguarderà i dati digitali e il modo in cui possono essere utilizzati", conclude il CEO di e-Pitti.com e FieraDigitale.

"La nostra strategia in rafforzamento", chiosa Raffaello Napoleone, "è sempre più volta a non essere solo 'fiera', ma vera 'cultura' della moda, con grandi eventi e un’organizzazione di servizi. Non vogliamo sovrapporci alle associazioni di categoria, ma esser il punto di riferimento delle comunità di professionisti ed esperti che si riuniscono con noi due volte all’anno per le diverse manifestazioni (Uomo, Bambino, Filati…). Bisogna che gli organizzatori fieristici siano percepiti come fornitori di servizi e creatori di operazioni strategiche".

e-Pitti.com è il progetto di Fiere Online di Pitti Immagine lanciato nel giugno del 2011 su Pitti Uomo, Bimbo e Filati per supportare e ampliare il business degli operatori del settore al termine delle fiere fisiche.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porterModa - AccessoriTessileSaloni / fieremediaInnovazione