YNAP: Marchetti tifa per OPA, CdA di transizione

Federico Marchetti tifa per l'offerta pubblica d'acquisto promossa Richemont su Yoox Net-a-porter group ed auspica che sia di successo per "lo sviluppo della società". YNAP ha intanto rinnovato il consiglio d'amministrazione che sarà di "transizione", in attesa della conclusione dell'offerta OPA fissata per il 9 maggio, e che vede lo stesso Marchetti ricoprire le cariche di presidente e amministratore delegato.

Federico Marchetti - DR

Il nuovo CdA è composto da: Federico Marchetti, Stefano Valerio, Robert Kunze-Concewitz, Eva Chen, Laura Zoni, Catherine Marie Yvonne Gerardin, Richard Lepeu Cedric Bossert, Alessandro Foti. Nel nuovo board non è entrato il presidente uscente Raffaello Napoleone.

Il colosso del lusso svizzero Richemont, che detiene il 48,5% di azioni del capitale di YNAP, ha promosso l'OPA sulla società di luxury fashion e-commerce attraverso il veicolo Rlg Italia Holding, ad un prezzo di 38 euro per azione. Richemont prevede un esborso massimo di circa 2,7 miliardi di euro ed al termine dell'operazione le azioni YNAP saranno 'delistate' da Piazza Affari.

Marchetti, che nelle settimane scorse ha portato in adesione dell'OPA le azioni ordinarie di cui è titolare, a margine dell'assemblea dei soci ha auspicato che l'operazione sia di "successo per lo sviluppo futuro della società". E sull'elezione del nuovo consiglio d'amministrazione, è stata "mantenuta la struttura attuale”, ha aggiunto, “in attesa dei risultati dell'OPA". L'Italia rimane uno dei "nostri centri con investimenti in tecnologie, logistica e persone. Il mio impegno”, ha concluso, “nella società non cambia".

Il bilancio del 2017, approvato dall'assemblea degli azionisti, ha fatto registrare ricavi netti pari a 2,1 miliardi di euro, con una crescita organica del 16,9% rispetto al 2016. Il risultato netto adjusted nel 2017 è stato pari a 51,2 milioni rispetto ai 69,3 nel 2016.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Lusso - AltroNomineBusiness