Woolrich international continua a crescere, conferma la strategia retail e nuove collaborazioni

Dopo la chiusura nello scorso ottobre dell’alleanza finanziaria e strategica con la giapponese Goldwin Inc, entrato con una quota di minoranza nel capitale sociale, Woolrich International conferma il trend di crescita con la previsione di un fatturato consolidato nel 2017 di 181 milioni di euro, registrando un + 8% sul 2016.

Andrea Cané, Global Creative Director di Woolrich International

Performa in modo particolarmente positivo il mercato EMEA che ha registrato un +15% arrivando a 138 min euro. I canali vedono una crescita del Direct to consumer, con un 26% del fatturato realizzato da retail e online.

Continua infatti la politica di espansione retail, che ha visto nel 2017 l’apertura di altri 9 punti vendita. Tra i principali del 2017, da segnalare il primo flagship store esperienziale a Milano, che ha visto per la prima volta l’integrazione con la shopping experience di aree come la Extreme condition wehater room, dove è possibile testate il prodotto fino a -20 gradi, l’area green, con lo shop-in-shop di green finger Japan, l’area custom e le aree multimediali. 

L'area green all'interno del negozio milanese - Woolrich

“Il format della ‘stanza fredda innevata’ ha avuto un grande successo: abbiamo anche ricevuto il ‘Wallpaper Design Award 2018’, un attestato di qualità per l’ideazione”, ha spiegato a FashionNetwork.com Andrea Cané, Direttore creativo globale di Woolrich International. “Dal punto di vista della comunicazione, l’Ice Room sta funzionando molto bene, funge da grande attrazione per i clienti, intere famiglie con i bambini vengono nel negozio milanese di Corso Venezia 3 anche solo per provarsi qualche nostro capo d’abbigliamento ‘sotto lo zero’. Possiamo dire di avere un primato nel lancio di uno store letteralmente ‘esperienziale’, in cui si provano delle vere e proprie sensazioni. Lo stesso giardino interno rappresenta un percorso visivo e poetico nel mondo del brand, quello dell’outdoor e della natura”.

Una stanza gelata nel bel mezzo del negozio per testare la resistenza dei capi - Woolrich

Per incrementare la brand awareness e dare maggiore visibilità al marchio, l'azienda ha in programma l’apertura di almeno 5 megastore esperienziali come quello milanese (uno all’anno): a New York, Tokyo, Parigi e Londra, “dove speriamo di aprire entro il prossimo autunno in zona Regent Street”, ha precisato Cané. 

Woolrich conta oggi 34 punti vendita nel mondo, di cui 3 in Italia, a Milano, Forte dei Marmi e Courmayeur, quest’ultimo in franchising. “Per rafforzare la nostra presenza sul territorio italiano ci focalizzeremo sulle città d’arte per i prossimi opening, come Roma, Firenze e Venezia, con l’obiettivo di intercettare il turismo internazionale”, ha concluso il Direttore creativo.

Tra i progetti per il 2018 anche due nuove collaborazioni: una, con lo stilista inglese Jeff griffin, è stata presentata in esclusiva a Pitti Uomo 93; l'altra, una capsule collection per l'autunno/inverno 2018-19 realizzata con il designer dello streetwear americano Aimé Leon Dore, rivelata in occasione della settimana della moda maschile a Parigi e disponibile entro la fine dell'anno.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriModa - ScarpeSportModa - AltroDistribuzioneBusiness