Woolrich Footwear: obiettivo 10 milioni in 5 anni

Progetti ambiziosi per la newco Woolrich Footwear, nata dalla joint venture tra WP Europe (che ne detiene il 51%) e il calzaturificio marchigiano Giano (49%): l'obiettivo è infatti il raggiungimento di 10 milioni di euro di fatturato entro 5 anni.

Enrico Paniccià, AD di Woolrich Footwear e titolare di Giano, azienda marchigiana con 70 anni di storia. - E.P. FashionNetwork.com

“La partnership con Woolrich Europe rappresenta per Giano un’evoluzione della strategia aziendale, fondata da 10 anni sulle licenze”, ha spiegato a FashionNetwork.com Enrico Paniccià, AD di Woolrich Footwear e titolare di Giano. “Già da tempo cercavamo un marchio di abbigliamento con cui avviare un rapporto di collaborazione ancora più duraturo e che ci coinvolgesse in maniera diretta”.

Obiettivo della partnership è di completare l’offerta di Woolrich con le calzature, uomo e donna; l’azienda ha in previsione nel medio periodo anche una linea bimbo. La prima collezione, per l’autunno/inverno 2017-18, presentata in occasione dello scorso Pitti Uomo, si compone di 40 pezzi (20 uomo e 20 donna) che inizialmente saranno posizionati nei migliori negozi che vendono Woolrich, nei Woolrich store, che avranno spazi dedicati alle calzature, e in alcuni negozi specializzati in calzature di fascia alta. I prezzi al pubblico variano dai 160 ai 300 euro.

La scarpa Woolrich è un ibrido, ideale sia per l’outdoor che per la città; le suole sono realizzate in collaborazione con Vibram. Il modello icona è l’hiker boot: uno scarponcino da montagna reinterpretato in chiave urbana.

“Ci siamo posti come obiettivo per la prima stagione 18.000 paia vendute, con una distribuzione selettiva e un posizionamento molto alto: vogliamo far desiderare il prodotto”, ha proseguito Paniccià.

La nuova azienda costituita in seguito alla joint venture ha sede nelle Marche e sfrutta la piattaforma di Giano per lo sviluppo prodotto, la progettazione e la logistica, mentre la produzione è affidata ad aziende terze presenti sul territorio. Lo stile è realizzato in sinergia con chi segue l’aspetto stilistico e il merchandising dell’abbigliamento Woolrich. È in fase di definizione l’inserimento di figure per le operations, l’amministrazione e il customer service post vendita.

Nel frattempo, Giano continua a lavorare sul fronte licenze con La Martina e Harmont & Blaine: “entrambi i marchi stanno investendo molto, La Martina sul fronte digital, innovazione dei punti vendita e posizionamento nel mondo del polo; Harmont & Blaine sta spingendo sullo sviluppo retail e sul potenziamento del fronte estero, anche in seguito all’ingresso del nuovo Direttore Commerciale Corrado Masini”, ha concluso Paniccià.

Giano ha chiuso il 2016 superando i 10 milioni di fatturato, con una crescita del +6% rispetto al 2015.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeModa - AltroDistribuzioneBusiness