White Street Market: il nuovo format di White dedicato a sportswear e streetwear

La prossima edizione di White Man & Woman, che si svolgerà dal 16 al 18 giugno a Milano, vede il debutto del nuovo format White Street Market (WSM), presso l’ex Ansaldo di via Tortona 54. L’iniziativa, unica nel suo genere in Italia, riunirà per la prima volta brand di sportswear e streetwear, buyer e consumatori finali, che potranno conoscere e anche acquistare le collezioni presentate.

La locandina di White Street Market
 
Sviluppato da White in collaborazione con Paolo Ruffato, fondatore di Probeat Agency (agenzia di PR specializzata nel mondo street&fashion), e Walter D’Aprile, Cofounder & CEO di nss factory (digital media agency, anch’essa focalizzata sul settore), WMS proporrà inoltre workshop, mostre, showcase ed eventi musicali che animeranno il Tortona Fashion District.
 
"L’obiettivo di White Street Market è offrire un evento nuovo, del tutto lontano dai paradigmi fieristici”, ha commentato Walter D’Aprile. “I nomi presenti (…) dimostrano che siamo riusciti a coinvolgere brand molto diversi tra loro, alcuni dei quali avevano abbandonato radicalmente l’ambito dei trade show, come adidas Originals, G-Schock e Patagonia, al fianco di realtà creative e indipendenti, come Gabber Eleganza”.
 
Due i temi su cui si articola questa prima edizione di WSM: subculture e sostenibilità. Obiettivo dell’iniziativa è infatti quello di celebrare le subculture e la loro capacità di riunire gruppi di persone con passioni in comune: su questo tema, la mostra “Within the Subcultures” by Getty Images presenterà una selezione di immagini degli archivi Getty Images, suddivise in temi quali breakdance, punk, surfers, mods, teddy boys e skaters.

Una delle immagini della mostra curata da Getty Images
 
La tematica della sostenibilità vede tra i protagonisti principali Patagonia, brand da sempre attivo in quest’ambito, che presenterà la campagna “Blue Heart”, nata per proteggere la regione balcanica da oltre 3.000 progetti idroelettrici proposti e fermare il conseguente disastro ambientale. E ancora, Wrad, marchio green emergente fondato da Matteo Ward, Silvia Giovanardi e Victor Santiago, presenterà in esclusiva internazionale “Mint Fiber”, una fibra ricavata dalla menta.
 
Molte le realtà che hanno deciso di collaborare alla prima edizione di WSM, come Club to Club, il festival italiano di riferimento per la musica elettronica, che ne curerà il sound design; Radio Deejay per la promozione radiofonica e digitale; Rolling Stone che realizzerà live coverage sui social e reportage dedicati; e Video Games Party, che allestirà una gaming area per i visitatori. Tra gli eventi da segnalare, l’asta di beneficienza organizzata con Ground Zero Project by Massimo Sabbadin - Bad Spirit a favore di Only The Brave Foundation, che destinerà il ricavato all’onlus Piccolo Principe. Infine, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, sarà protagonista lunedì 18 giugno di un evento didattico di formazione, durante il quale gli studenti dell’indirizzo Fashion Design incontreranno i professionisti della moda.
 
“White Street Market rappresenta un’evoluzione del concetto di fiera. Buyer e consumer che interagiscono, il tutto in una dimensione di evento dalla forte connotazione culturale dove moda, arte, food e talk si fondono per dare vita ad un’esperienza unica. Il pubblico entrerà in contatto con i brand, come se si trattasse di un vero e proprio Fuori Salone della Moda. I buyer avranno la possibilità di fare benchmarking dell’impatto di un marchio sul pubblico finale, acquisendo informazioni vitali sui nuovi trend e come questi vengono percepiti da chi rende possibile il sell out”, ha concluso Ruffato.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportSaloni / fiere