Walmart: fatturato trimestrale in crescita, ma difficoltà sui margini

Walmart ha evidenziato il 17 maggio pressioni persistenti sui suoi margini, che pesano sulla sua situazione in Borsa nonostante un fatturato e utili trimestrali superiori alle attese e un’accelerazione dell’e-commerce.

Photo: Wal-Mart

In calo da quattro trimestri, il margine lordo del primo distributore a livello mondiale si è eroso di altri 23 punti di base nel periodo febbraio-aprile, primo trimestre dell’esercizio. L’utile operativo negli Stati Uniti è sceso del 3,1% in un anno.
 
Il titolo perdeva l’1,17%, a 85,12 dollari, alle 16 GMT a Wall Street, il secondo maggior calo del Dow Jones (-0,02%). Ha perso più del 20% da un record di quasi 110 dollari raggiunto in sessione il 29 gennaio.
 
Le vendite su Internet di Walmart sono aumentate del 33% nel trimestre, mentre la loro crescita era rallentata al 23% durante i tre mesi precedenti. Il gruppo ha dichiarato di aspettarsi un incremento del 40% nell’anno fiscale per le sue attività di e-commerce negli Stati Uniti.
 
Il netto rallentamento osservato durante il trimestre delle feste di fine d’anno aveva suscitato l’inquietudine degli investitori, che temevano riflettesse l’incapacità di Walmart di tenere il passo del suo concorrente Amazon. Ciò si è tradotto in una sanzione a Wall Street, dove il titolo ha registrato una delle peggiori performance del Dow Jones dall’inizio dell’anno.
 
“Lo store online ha continuato ad accelerare e abbiamo anche dei nuovi brand, in particolare la partnership con Lord & Taylor, quindi ci sono molti elementi che sostengono la crescita in quest’ambito”, ha dichiarato il direttore finanziario, Brett Biggs, a Reuters. “Anche il restyling del sito walmart.com ha contribuito a questo trend, anche se è intervenuto verso la fine del trimestre”. La collaborazione con la catena di negozi Lord & Taylor permette a Walmart di distribuire sul suo sito dei prodotti di gamma più alta.
 
Il gruppo di Bentonville ha anche deciso di incrociare i ferri con Amazon all’estero, precisamente in india, uno dei principali mercati emergenti, acquisendo una partecipazione del 77% in Flipkart, specialissta delle vendite online, per 16 miliardi di dollari (13,6 miliardi di euro), la più grossa acquisizione della sua storia. Prevede inoltre di cedere la sua partecipazione di maggioranza nella catena britannica Asda à Sainsbury.
 
Walmart ha registrato un utile per azione di 1,14 dollari nel trimestre, mentre gli analisti lo prevedevano in media a 1,12 dollari, secondo Thomson Reuters I/B/E/S. Le vendite nei negozi aperti da più di un anno negli Stati Uniti sono cresciute del 2,1%, conformemente al consensus degli analisti stabilito da Consensus Metrix.

Sono ormai quasi quattro anni che le vendite di Walmart sono in progressione costante negli USA, una performance unica tra i distributori americani. Il giro d’affari totale è aumentato del 4,4% a 122,7 miliardi di dollari, anch’esso sopra al consensus di 120,5 miliardi.

Versione italiana di Laura Galbiati

© Thomson Reuters 2018 All rights reserved.

Moda - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER