Vivarte venderà André a Spartoo

Il gruppo francese Vivarte si appresta a cedere il marchio di calzature André a Spartoo, azienda specialista nella vendita di scarpe su Internet, ha dichiarato all’agenzia Reuters una fonte vicina al dossier. “L’annuncio dell’operazione dovrebbe essere dato martedì”, ha indicato la fonte, confermando un’informazione apparsa sul quotidiano economico transalpino Les Echos.

Photo d'archives/REUTERS/Vincent Kessler

In grande difficoltà e appesantito da un pesante debito ereditato dai vari leveraged buyouts (acquisizioni tramite capitale di prestito) adottati in successione, il gruppo Vivarte ha venduto molti marchi per focalizzarsi nuovamente sulla catena del brand La Halle, i cui negozi sono diffusi nelle periferie, e sui marchi che distribuisce nei centri delle città Minelli, San Marina, Cosmoparis, Caroll e Chevignon.
 
Il gruppo francese ha già venduto il marchio di scarpe Pataugas e l’insegna di prêt-à-porter Kookaï nel 2017 e ha appena annunciato la volontà di cedere Besson, marchio di calzature posizionato nello stesso segmento di La Halle aux Chaussures, in negozi situati nelle periferie cittadine.
 
Creato nel 2006, Spartoo realizza un fatturato di circa 150 milioni di euro, la metà dei quali al di fuori della Francia, dove la società ha anche investito in circa quindici negozi fisici.
 
L’azienda di Grenoble è posseduta per il 25% dai suoi fondatori, mentre il resto è controllato da Aplus Finance, da CIC, dal fondo statunitense Highland Capital e dal belga Sofina.
 
André, che possiede un centinaio di negozi, realizza un fatturato di oltre 100 milioni di euro e impiega 750 dipendenti. Il PDG di Vivarte, Patrick Puy, aveva annunciato che i nomi degli acquirenti dei marchi André e Naf Naf sarebbero stati svelati questa settimana.
 
Nessuno da Vivarte è stato disponibile nell’immediato per commentare queste informazioni.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

© Thomson Reuters 2018 All rights reserved.

Moda - ScarpeDistribuzioneBusiness