Villa D’Este prosegue l’espansione in Italia ed Europa

Grossi piani di espansione distributiva e retail in Italia e in Europa - e un primo sguardo agli USA - per Villa D’Este Home Tivoli, azienda la cui attività va dal tableware/kitchenware ai complementi d’arredo casa, agli articoli per il bagno a linee tessili. Il marchio produce 150 linee di prodotti per la tavola in porcellana, ceramica lavorata a mano, stoneware, policarbonato e vetro, alle quali si abbinano posate e bicchieri. “Le 150 combinazioni corrispondono però a decori, fantasie o colori sul piatto”, precisa il Direttore Creativo del gruppo laziale, Chicco De Pasquale. “Ci sono poi 40 varietà di bicchieri e altrettante posate”. Abitualmente Villa D’Este esce sempre con 35-40 decori o collezioni nuove sulla tavola ogni anno. Quelle per il 2017 sono state ben 50.

Villa D'Este Home Tivoli è presenza ormai fissa a HoMi Milano - Gianluca Bolelli - FashionNetwork.com

“Negli ultimi anni abbiamo un po’ stravolto il concetto di apparecchiare la tavola, che prima era più che altro un’esigenza”, continua il Direttore Creativo. “La signora andava a comprare un servizio di piatti perché le serviva e lo cambiava solo se si era stancata o se si rompeva. Noi invece abbiamo aggiunto la moda ai prodotti per la tavola. Si è innescato quindi un atteggiamento, simile a quello dell’universo fashion, per cui tu vuoi cambiare quel servizio magari perché lo vedi fuori moda o semplicemente perché preferisci utilizzarne uno nuovo”.

“Dal 2008, con il fenomeno del crollo della lista nozze nei negozi di articoli da regalo (gli sposi chiedono la quota per il viaggio o al massimo qualche mobile per arredare la casa), è seguito un netto calo dell’offerta europea di prodotti di porcellana e altri articoli per la tavola", continua De Pasquale. "Da qui la nostra scelta di evolvere la strategia verso qualcosa che imponesse il nostro gusto. E questo ha fatto prender piede al brand, che ora ha una sua forte identità. Anni fa mi presero per pazzo quando adottai questo concept. ‘Ti vai a mettere in un settore morto!’, ‘La tavola è qualcosa di finito!’, dicevano. Invece il tableware l’abbiamo rianimato”.

Chicco De Pasquale, mente creativa di Villa D'Este Home Tivoli - Villa D'Este

Con il web e tramite le principali catene retail europee, il marchio laziale è presente già in Spagna, Francia, Germania e in tutti i Paesi dell’ex blocco sovietico.
 
Il Gruppo Galileo, che serve anche la grande distribuzione, ha sede a Villa Adriana a Tivoli (Roma) ed è stato fondato nel 2005 da Felice Turco, che ha scisso l’azienda dalla Sais S.r.l. creata dalla madre Santa Sais negli anni ’70. La società possiede 3 brand: oltre a Villa d’Este Home Tivoli, i piccoli elettrodomestici di Kooper e i prodotti per casa, cucina, salotto, bagno e giardino dell’omonimo marchio Galileo. Il Gruppo possiede 50 negozi propri in cui vende oltre 18.000 referenze dei suoi 3 brand. “La previsione è di arrivare a 100 in 5 anni, tutti in gestione diretta. Partiremo per completare l’Italia, ma subito dopo li inaugureremo nelle altre nazioni europee”, indica Chicco De Pasquale.


Villa D'Este Home Tivoli, collezione "Talamanca" - Villa D'Este

Da quando è cominciato il cambio di strategia, i dati di Villa D’Este, marchio nato 21 anni fa, vedono crescere il fatturato in doppia cifra. Previsione 2017 ancora per un aumento in doppia cifra, “con una crescita sostanziale del web”, continua il Direttore Artistico, “con l’e-commerce, ma soprattutto grazie alla grande visibilità che abbiamo nei siti specializzati nella vendita di prodotti per la casa online più forti del settore”. Primo mercato è l’Italia, con circa il 90% del fatturato.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

TessileDecorazioneArte della tavolaDistribuzioneBusiness