Un test permette di scoprire la dipendenza da shopping

Vi è mai capitato di stare male se per qualche ragione non siete riuscite a fare shopping? Se la risposta è sì, potreste soffrire di dipendenza da shopping compulsivo. A rivelarlo è il Bergen Shopping Addiction Scale, un test messo a punto da un team di psicologi dell'University of Bergen (UiB), in Svezia, che permette di scoprire se il vostro modo di fare acquisti è un'ossessione così grande da rischiare di mandare a rotoli la vostra vita. Poco importa che sia un abito griffato o una candela in saldo ai grandi magazzini, se non riuscite a separarvi dalla vostra carta di credito ogni volta che uscire di casa, potreste aver bisogno di aiuto.

Foto: Adnkronos

Tra i segni di dipendenza rientrano arrivare in ritardo a un appuntamento dopo essersi trattenute in un negozio troppo a lungo, o semplicemente acquistare qualcosa solo per risollevare l'umore. Abitudini che secondo Cecilie Schou Andreassen, una degli psicologi che hanno ideato il test, possono spingere le persone a sviluppare un vero e proprio malessere psicologico, come sentirsi frustrate se per qualche ragione non riescono a fare acquisti.

Lo studio, pubblicato nella rivista 'Frontiers of Psychology', si basa su elementi analizzati in passato per diagnosticare altri disturbi come la dipendenza dalla droga e dal fumo. Proprio come la droga, infatti, fare acquisti in modo incontrollato potrebbe sfociare in una vera e propria dipendenza. Un disturbo che negli anni ha continuato a crescere in modo esponenziale grazie alla tecnologia, come lo shopping online, le inserzioni pubblicitarie sui social o il bombardamento delle campagne pubblicitarie.

Ma siamo davvero tanto dipendenti dallo shopping? Secondo la ricerca, la shopping addiction tende a svilupparsi all'interno di determinati gruppi demografici. I soggetti più a rischio sono le donne, che già adolescenti "cominciano a sviluppare una forma di dipendenza dagli acquisti - spiega la ricercatrice - una tendenza che però diminuisce con l'avanzare dell'età".

E non finisce qui, perché secondo Andreassen, la dipendenza da shopping è più evidente nelle persone estroverse: "Le persone più estroverse - spiega la psicologa - in genere più sociali e a caccia di sensazioni, potrebbero usare lo shopping per esprimere la propria individualità o aumentare il proprio stato sociale e la propria avvenenza, mentre le persone nevrotiche, tipicamente ansiose e depresse, utilizzano lo shopping come un mezzo per ridurre le loro emozioni negative".

Quella che in molti chiamano 'shopping therapy', quindi, potrebbe trasformarsi in un incubo, quando comprare 'sempre e comunque' diventa patologico. Per scoprire se siete shopping dipendenti basta fare il test seguente, rispondendo alle sette domande della scala di Bergen. A ogni affermazione dovete dire se siete totalmente d'accordo o totalmente in disaccordo. Se la risposta ad almeno quattro delle sette affermazioni è 'totalmente d'accordo', la diagnosi è certa: avete tutti i sintomi di dipendenza da shopping compulsivo.

1. Pensi sempre a fare shopping

2. Comprare equivale a migliorare il tuo umore

3. Fare acquisti ha avuto risvolti negativi sui tuoi impegni quotidiani (ad esempio arrivare tardi a un appuntamento, a lavoro, a scuola)

4. Fare shopping non ti basta mai e senti il bisogno di comprare sempre di più per sentirti soddisfatto

5. Hai provato a smettere di fare acquisti ma non ci riesci

6. Ti senti male se per qualche ragione ti viene impedito di fare shopping

7. Fare così tanto shopping ha compromesso il tuo benessere

Copyright © 2017 AdnKronos. All rights reserved.

DecorazioneDistribuzione