Trend No-gender: il make up senza distinzione di sesso per i Millennials

Rompono le regole convenzionali, ma senza clamore. Lo fanno e basta. Amano sperimentare. Sono i Millennials, nati dagli anni ’80 al 2000. Si curano moltissimo, sopracciglia scolpite, tagliano i capelli rasati se sono donne e li lasciano sciolti se uomini magari in maniera asimmetrica. Look androgino, si mantengono in forma divertendosi e odiano le etichette. Si truccano sia le femmine che i maschi senza distinzione. E non importa se la maggior parte delle persone non capisce, non approva e magari li guarda con curiosità.

Ruth Bell, lo modella che gioca con le tendenze 'no gender'

Portabandiera della bellezza No-Gender è ora la modella più cool del momento, la ventenne inglese Ruth Bell che gioca a trasformarsi in look senza sesso. Uomini o donne non conta più. Il bello è mescolarsi, arricchirsi e scoprire nuove strade. A loro strizzano l’occhio le multinazionali della cosmesi con nuove linee di prodotti cosmetici ‘gender-neutral’ con sieri per labbra, fondotinta, eyeliner e mascara per lui o per lei (è uguale). E poi tagli di capelli e profumi senza sesso o così tanto differenziati che il piacere è scambiarseli. 

Il nuovo trend emerge da una analisi della società francese NellyRodi  su oltre 2.000 persone (a cavallo di 3 generazioni, dai 15 ai 54 anni). Seguono il cambiamento, e si prevede in futuro lo faranno in modo ancora più decisivo, anche i giovanissimi, fra i dai 15 ai 25 anni, in nome del no gender, transgender, no age, no limits. Senza etichette, supereranno i freni delle generazioni precedenti con un incurante balzo in avanti. E useranno prodotti di bellezza sempre meno caratterizzati per sesso.

“L’atto di acquistare un cosmetico ha cambiato valenza, è sociale, politico, ecologico e perfino religioso. Con ciò si delineano diverse categorie di consumatori”, precisa Simona Soldaini, responsabile NellyRodi Italia. “Per i più giovani la differenziazione ‘per lui’ o ‘per lei’ conta sempre meno, le abitudini e le usanze si mescolano e sono fatte di nuove esperienze e passaggi che non creano più alcuna frattura. Accadono a basta, senza più tabù. L’abitudine a separare i dipartimenti degli store della cosmesi in uomo e donna, ha ancora un senso, quando è chiaro che la divisione per genere non sia più così scontata per la generazione dei millennials?”. 

“La bellezza e la notorietà della modella inglese Ruth Bell, con capelli rasati, un look androgino ed oltre 13.000 seguaci su instagram, incarna appieno il nuovo trend no-gender. Più che la differenziazione uomo/donna, sono lo stile di vita e le attitudini a diventare le chiavi della nuova bellezza” – sottolinea Soldaini.

“Per noi è molto importante l'idea di consentire l’espressione creativa. Uomo, donna, qualunque sia la vostra identificazione personale in termini di genere non conta,” - ha spiegato Ariana Mouyiaris direttore creativo di Make, casa cosmetica newyorkese, alla presentazione alla stampa americana della linea ‘Naxos Collection’ con maquillage, sieri e creme No Gender. “Per questa collezione mi sono ispirata a mio fratello, che era solito usare l’eyeliner o il rossetto. Non è una questione di sessualità ma di espressione, di andare verso qualsiasi strada. Tutto è diventato più malleabile e sento che qui risiede la nuova cultura. Non credo che la gente voglia essere etichettata. Volete sentirvi femminili, ma che cosa significa oggi? Non è avendo lunghi riccioli e indossando vestiti colorati, vuol dire invece essere fiduciosi verso se stessi. La bellezza è la fiducia senza differenze di genere".

Sulla mescolanza di genere e del potere del make-up che inganna nascondendo la sessualità si è anche speso il colosso giapponese della cosmesi Shiseido con il video ‘High School Girl? (the secret of high school girls) che, nella versione originale su youtube, è stato visto oltre 9 milioni di volte.

Sui social i tutorial dedicati al trucco maschile si sprecano. Vanno dai corsi per imparare il trucco invisibile a quello da sera. Matite e mascara per le sopracciglia, correttori e ombretti neutri per occhi, fondotinta da distribuire in modo impeccabile anche con la barba, ciprie translucenti per il tocco finale e ancora mascara per accentuare baffi, pizzo, barba e basette.

Supera il milione e mezzo di visualizzazioni il video tutorial per il ‘trucco naturale da uomo’ di John Maclean, makeup artist inglese fra le più rinomate. L’esperta mescola prodotti per la cura della pelle femminile con gloss per labbra, mascara e correttori delle marche più rinomate. Gettonati anche i tutorial di MAC Cosmetics, che ha fatto una linea da trucco per uomo, e quelli condotti da Charlotte Tilbury, guru del maquillage per le maison della cosmesi più note. Spiega Tilbury: “Sono così tante le richieste da parte di uomini che mi chiedono come anche loro possano beneficiare dei prodotti per la cura della pelle e del make-up . Si tratta di un approccio maschile alla bellezza che aiuta a sentirsi di nuovo in forma dopo una nottata insonne, o un lungo inverno, o per un colloquio di lavoro. Insomma quando serve avere di nuovo un bell’aspetto”.

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

Saloni di bellezzaPeople