The Woolmark Company premia l’innovazione a Pitti Uomo

La finale dell’“International Woolmark Prize”, il concorso dedicato ai giovani creativi istituito da The Woolmark Company, l’autorità globale della lana Merino, si svolgerà a Firenze il prossimo 9 gennaio, in occasione della prima giornata di Pitti Uomo, presso la stazione Leopolda.

Una creazione di David Laport

Quest’anno il premio si arricchisce di un nuovo riconoscimento, l’“Innovation Award”, sviluppato da The Woolmark Company in collaborazione con Fashion Tech Lab, la piattaforma fondata da Miroslava Duma che riunisce una società di investimento, un incubatore multinazionale, un’agenzia di consulenza sull’innovazione per l’industria della moda, un laboratorio sperimentale e un’organizzazione filantropica, riunite per supportare le tecnologie e le innovazioni sostenibili nel mondo della moda. Il vincitore dell’Innovation Award, premiato per il suo approccio innovativo in termini di impatto ambientale e sociale, riceverà 100.000 dollari australiani, circa 66.500 euro e supporto a livello commerciale.

“L’International Woolmark Prize” premierà invece i due vincitori scelti da una giuria di personaggi dell’industria della moda tra i sei finalisti per il womenswear e i sei per il meanswear, selezionati tra i 65 designer ritenuti più talentuosi in tutto il mondo, con 200.000 dollari australiani (132.000 euro) ciascuno, da investire nello sviluppo del loro business. Le loro collezioni, inoltre, saranno distribuite negli store dei retailer partner dell’iniziativa.

L'Homme Rouge

A rappresentare l’Europa per il meanswear sarà l’Homme Rouge, brand svedese di abbigliamento maschile nato nel 2013 a Göteborg dall’incontro fra John-Ruben Holtback, 30 anni, suo fratello Carl Johan e il loro amico Axel Trägärdh, raggiunti nel 2015 dal direttore creativo Jonatan Härngren, 28 anni; per la donna, David Laport, designer olandese classe 1986, diplomato alla Royal Academy of Art dell’Aia nel 2012, che ha lanciato nel 2013 il proprio brand, caratterizzato da modelli femminili classici e da una grande ricerca sui materiali.

Gli altri finalisti sono, per l’uomo: Six Lee (Asia), BlairArchibald (Australia e Nuova Zelanda), Matthew Miller (Isole Britanniche), Antar-Agni (India, Pakistan e Medio Oriente), Dyne (USA); per la donna: Kye (Asia), Harman Grubiša (Australia & Nuova Zelanda), Le Kilt (Isole Britanniche), Bodice (India, Pakistan e Medio Oriente), Zaid Affas (USA).

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter TessileCreazioneInnovazione