Stefano Ricci punta a 8 aperture l’anno per i prossimi 5 anni

Non si arresta l’espansione a livello internazionale della griffe fiorentina Stefano Ricci che, dopo l’annuncio pochi giorni fa di una nuova inaugurazione a Hong Kong entro il mese di febbraio, ha svelato a FashionNetwork.com in occasione di Pitti Uomo 93 i prossimi step della propria strategia retail.

Il flagship store fiorentino di Stefano Ricci

“Entro fine gennaio apriremo uno store di 300 metri quadrati a Miami, a cui seguiranno nuovi spazi in Cina, Russia, Cambogia e India, a New Delhi, tutti tra i 100 e i 300 metri quadrati”, ci ha raccontato Niccolò Ricci, AD dell'azienda fondata nel 1972. “Oggi abbiamo 60 negozi monomarca a livello mondiale, mi piacerebbe arrivare ad un centinaio, con un ritmo di aperture di 6/8 negozi per i prossimi 4/5 anni. Vogliamo presidiare tutte le aree strategiche, con un focus particolare su Stati Uniti e Sud America. In Estremo Oriente putiamo più sulla Cina che sul Giappone, dove siamo presenti da 40 anni solo con le cravatte, perché il mercato giapponese ha costi molto elevati per quanto riguarda l’apertura di negozi”.

E l’Italia? “Nel nostro Paese disponiamo di due store a Firenze, due a Milano e uno a Porto Cervo; le prossime tappe potrebbero essere Roma, Venezia e Capri”, ha concluso Ricci.

Stefano Ricci ha chiuso il 2017 con un fatturato di 144 milioni di euro, in crescita a doppia cifra, del 14%. L’azienda, che conta oggi circa 500 dipendenti, ha come principali mercati esteri Cina, Russia e Stati Uniti.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Distribuzione