Shiseido raddoppia l’utile netto nel primo trimestre

Il produttore giapponese di cosmetici Shiseido ha più che raddoppiato l’utile netto nel primo trimestre del 2018, trascinato dalla clientela cinese, e spera di continuare su questa falsariga positiva sulla totalità dell’anno.

Il produttore giapponese di cosmetici ha più che raddoppiato l'utile nel 1° trimestre - Shiseido

Nel periodo da gennaio a marzo, Shiseido ha generato un utile netto di 28,87 miliardi di yen (corrispondenti a 217 milioni di euro al cambio valutario applicato dal gruppo), contro i 13,9 miliardi di un anno prima, mentre l’utile operativo è cresciuto del 95,3%, a 47,14 miliardi di yen, secondo un comunicato pubblicato a metà maggio. Queste cifre sono entrambe superiori alle attese degli analisti consultati dall’agenzia finanziaria Bloomberg.
 
Shiseido, che ha mostrato un fatturato trimestrale in crescita del 13,5%, a 263,76 miliardi di yen (poco più di 2 miliardi di euro), si è rallegrato della "forte domanda" in Giappone (45% delle sue vendite), in un contesto di ripresa dei consumi delle famiglie e del continuo aumento del numero di turisti. Nell’arcipelago giapponese (dove le vendite del gruppo sono cresciute del 17%) sono state soprattutto le creme antirughe e i prodotti per il trucco che puntano al pubblico giovane ad aver trovato acquirenti.
 
Il gruppo ha spiegato di puntare ai clienti cinesi tramite delle iniziative di marketing lanciate in Asia, allo stesso tempo in Giappone, in Cina (+28,7%) e nelle boutique degli aeroporti, una nicchia in notevole espansione (+41,9%).
 
In altre zone, l'attività nell'area Asia-Pacifico ha registrato una buona performance, mentre invece il business si è contratto nelle Americhe. Le vendite di BareMinerals, marchio specializzato nel make up, sono calate a causa della chiusura di vari negozi e di altre ristrutturazioni nella filiale americana BareEscentuals, specializzata nei cosmetici naturali a base di minerali.
 
In tutte le aree, i suoi marchi di lusso (Shiseido, Clé de Peau Beauté, NARS) hanno registrato "forti vendite", ha aggiunto Shiseido.
 
Il rivale del colosso francese L'Oréal ha confermato le previsioni annuali che aveva comunicato ad inizio marzo che prevedevano un utile netto di 54 miliardi di yen, contro i 22,7 miliardi dello scorso anno, e un profitto operativo di 90 miliardi di yen (+11,9%). Per quanto riguarda il giro d’affari, dopo aver varcato lo scorso anno la soglia dei 1.000 miliardi di yen, quasi la metà dei quali ottenuti in Giappone, Shiseido punta ad arrivare a 1.033 miliardi di yen nel 2018 (+2,8%).

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 AFP. Tutti i diritti riservati.

CosmeticiBusiness