Shandong Ruyi compra Lycra

Invista vende la sua divisione che si occupa di tessuti innovativi alla holding del gruppo cinese Shandong Ruyi, proprietario in particolare del gruppo francese SMCP. L’azienda amerciana gli cede l’attività A&AT (Apparel & Advanced Textiles), che comprende il celebre marchio Lycra, ma anche le fibre Coolmax, Thermolite, Elaspan e Supplex. La finalizzazione dell'accordo fra le parti necessita ancora l'approvazione delle autorità internazionali garanti della concorrenza.

Invista

"Da decenni, Lycra rivoluzione il settore dell’abbigliamento. Ci impegniamo ad elevare questo marchio storico a un livello superiore, proseguendo nei nostri sofrzi per l’innovazione. D’altra parte, l’accordo ci dà la possibilità di gestire al meglio gli attuali mezzi di Shandong Ruyi, soprattutto nel campo della produzione di elastan, per rafforzare la sua posizione sul mercato internazionale", ha dichiarato Yafu Qiu, presdidente del Consiglio d’Amministrazione di Shandong Ruyi.
 
In compenso Invista conserverà la proprietà dei suoi nylon e poliesteri, nonché le licenze e i marchi associati. Più precisamente, Invista non cederà il suo nylon 66 e i propri intermediari, il proprio portafoglio di fibre e polimeri, né i suoi noti ed apprezzati marchi Stainmaster, Antron e soprattutto Cordura. Invista manterrà anche i diritti di proprietà intellettuale sulle tecnologie legate all’1,4-butandiolo, al tetraidrofurano e al politetrametilene glicolo, e continuerà a monetizzare le proprie licenze a livello internazionale.
 
"L'industria dell’abbigliamento ha sempre giocato una parte importante e strategica nella nostra azienda”, ha notato invece Jeff Gentry, CEO di Invista. “Abbiamo deciso di separarci da questa branca della nostra società per trovarle un proprietario che saprà ottimizzarla per i consumatori, ma anche per gli impiegati e gli azionisti. In quest’ottica, noi pensiamo che Shandong Ruyi Investment Holding possieda il know-how e le competenze per stimolare questo settore e raggiungere il successo nel lungo periodo”.
 
Il presidente di Invista A&AT, David Trerotola, si è rallegrato di questa operazione: "Questo cambiamento di proprietà rappresenta un punto di svolta per A&AT, la divisione dedicata a indumenti e tessuti innovativi. Siamo impazienti di proseguire lo sviluppo dei nostri brand, e di ampliare competenze e offerta ai consumatori. Siamo lieti di lavorare con Shandong Ruyi per raggiungere i nostri obiettivi di crescita, oggi e domani".
 
Gigante cinese del tessile-abbigliamento, il gruppo Shandong Ruyi persegue sia l’obiettivo di rafforzarsi nel settore a monte della filiera, sua prima attività, soprattutto acquisendo tecnologie (come testimonia questo acquisto), ma anche nel prodotto finito, visto che in questi ultimi anni ha realizzato diverse acquisizioni di marchi internazionali, tra le quali quelle del gruppo francese SMCP, del britannico Aquascutum, del giapponese Renown o dell’italiano Nogara.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 Fibre2Fashion. All rights reserved.

TessileIndustry