Settimana della Moda di Milano: Versace torna al suo DNA, mentre Donatella lascia prima la sfiata

Sabato sera, per la Fashion Week Uomo di Milano, la maison Versace ha estratto dal cilindro il suo ampio DNA, tornando così alle proprie radici, in uno show rockeggiante organizzato in uno storico palazzo del centro di Milano. Sebbene la decisione di Donatella di uscire ancora una volta dall’evento prima della sua conclusione, senza quindi parlare con i media nel backstage, servirà solo ad alimentare ancora una volta ulteriori speculazioni sul futuro del brand.

Un momento della sfilata di Versace - Versace

Donatella ha salutato il pubblico in un vestito patchwork senza maniche di seta bizantina dopo aver camminato sulla passerella in vetro installata nel cortile interno del Palazzo. Ma poi ha preso la mano della sua storica guardia del corpo Gabrielle sgattaiolando fuori da una porta laterale.
 
L’idea principale alla base della sfilata era l’Antica Roma – grosse stampe in bianco e nero che rappresentavano tipici fregi romani; classici svolazzi, teste di Medusa, medaglioni e volti di dei del mare. Nei fatti si trattava di versioni aggiornate delle classiche stampe di Versace (“Balletto”, “Cornice” e “Angelo”), presentate su fluttuanti gonne di seta, poste su giubbotti di jeans e usate su smoking estivi per gli uomini; oppure impiegate su impeccabili vestiti da cocktail o abiti-T-shirt per le ragazze. Quasi un terzo degli oufit dellla sfilata erano indossati da donne, con il culmine raggiunto al passaggio della supermodella russa Natasha Poly, che è stata praticamente fatta scivolare all’interno di un abito da cocktail nero ricamato con corone di cristallo.
 
Una serie di completi di pelle a quadri rosso sangue, bianchi e neri hanno richiamato alla mente i gloriosi anni ’90 dell’ultimo Gianni Versace, quando il marchio è esploso nel firmamento fashion mondiale. Un gradito ritorno alle radici della casa di moda, dopo tante stagioni di active sportswear molto tecnico. Non sorprende dunque che sull’invito ci fosse scritto “Meet at my place” (“Incontriamoci a casa mia”, ndr.).

un momento della sfilata di Versace

Tuttavia, nonostante calorosi e sentiti applausi, per il terzo show consecutivo Donatella è scomparsa dal quartier generale di Via Gesso dopo la sfilata, ed è stata introvabile. Il che servirà solamente a buttare altra benzina sul fuoco, alimentando ulteriori speculazioni sul futuro del marchio. Questa primavera, la metà degli esperti di moda prediceva l’imminente arrivo di Riccardo Tisci. Ora a Milano gira la voce che i contatti fra la maison Versace e lo stilista si siano raffreddati.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porterModa - AltroSfilate