Sana 2017: L’Erbolario punta su Russia e Stati Uniti e pensa ai primi monomarca in Canada

Dopo aver coperto il territorio italiano con più di 150 negozi in franchising e oltre 60 “NES – Nuova Erboristeria di Successo”, il progetto nato per offrire un’opportunità imprenditoriale nel retail e destinato soprattutto alle giovani imprenditrici, L’Erbolario mira a proseguire la propria espansione internazionale, con nel mirino Russia, Stati Uniti e Canada.

Una parte dello stand L'Erbolario a Sana 2017

“Stiamo investendo molto per mantenere la nostra posizione in Italia e anche quella dell’erboristeria in generale, che vive un periodo difficile. Siamo arrivati a quota 61 NES e prevediamo di raggiungere gli 80 negozi entro l’anno; con l’insegna Erbolario possiamo pensare di essere già a buon punto nel raggiungere un numero di punti vendita ottimale e continueremo in questo cammino”, ha raccontato a FashionNetwork.com Giorgio Kobau, Direttore Generale di L'Erbolario.
 
“Sul fronte estero, abbiamo portato a termine anche un’importante operazione volta all’apertura internazionale, adeguando il nostro packaging ora in doppia lingua, italiano e inglese” che ci consentirà ulteriori investimenti per farci conoscere al consumatore americano su larga scala e di puntare anche, con una nuova premium label in francese, ai mercati francofoni. 

L’Erbolario ha chiuso il 2016 a 82,5 milioni di euro e per quest’anno prevede un incremento del 2/3%. Buone le performance di franchising, NES, farmacie e parafarmacie, stabile l’erboristeria. L’estero sta crescendo del 12%, con buoni risultati in particolare in Germania (+35%), Austria, Romania, Svizzera, Croazia e nei Paesi Balcanici in generale.

“Negli ultimi anni abbiamo assistito a un deciso aumento del costo delle materie prime, sempre più sofisticate : i prodotti nuovi costano sempre di più”, ha spiegato il Dott. Kobau. “Volendo comunque mantenere la nostra fascia prezzo di riferimento ciò ha richiede ovviamente l’aumento delle quantità vendute, per mantenere i margini e di conseguenza gli investimenti”.

Erbamea a Sana 2017 - Elena Passeri - FashionNetwork.com

Tra le proposte dell’azienda, buone opportunità di crescita vengono intraviste per Erbamea, il marchio che propone erbe officinali, tisane e integratori alimentari lanciato nel 2005 e distribuito in erboristeria e nei negozi L’Erbolario.

“Oggi la richiesta di integratori è aumentata rispetto al passato per motivi demografici: l’età media si è alzata e le persone vogliono mantenersi in forma e stare bene anche a una certa età. Erbamea ha chiuso il 2016 con un fatturato di 12,5 milioni di euro, siamo certi di poter arrivare a essere tra le prime società del settore in tempi relativamente brevi”, ha precisato Fausto Mearelli, AD di Erbamea.

L’offerta Erbamea, che si compone di circa 600 referenze, presenta più di 250 erbe sfuse, di cui almeno 50 biologiche, il più ampio catalogo sul mercato. Grazie all’esperienza di Fausto Mearelli l’azienda è inoltre in grado di garantire la conformità dei propri prodotti alla legislazione in tema di integratori in continua evoluzione. Tra le varie iniziative, a ulteriore testimonianza della propria cultura e passione, Erbamea ha anche portato a termine la pubblicazione di numerosi libri di erboristeria tra i quali l’ultimo è “Flora Medica” di Gilbero Scotti, risalente al 1872 e numerose iniziative formative e promozionali per i propri Clienti.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

ProfumiCosmeticiSaloni di bellezzaBellezza - AltroDistribuzione