Salone del Mobile.Milano Shanghai: oltre 20.000 le presenze

Dopo il debutto del novembre dello scorso anno, la seconda edizione del Salone del Mobile.Milano Shanghai è terminata il 25 novembre al SEC (Shanghai Exhibition Center) sotto buoni auspici, confermando così il valore dei prodotti italiani agli occhi dei consumatori cinesi, ormai sempre più attenti ed esigenti, tanto che l’interesse per l’arredamento Made in Italy colloca la Cina in ottava posizione fra le nazioni in cui l’Italia esporta mobili, e l’Italia al primo posto tra i fornitori della Cina in questo settore, con una quota del 18% del totale delle importazioni cinesi di mobili.

L'ingresso della fiera al SEC - Salone del Mobile.MilanoShanghai

Alla manifestazione hanno partecipato 109 aziende dello Stivale, che hanno occupato tutto il centro espositivo, dando un segnale forte di compattezza e sinergia del Sistema Italia, “rafforzato dai legami sempre più stretti tra Federlegno Arredo Eventi, Agenzia ICE ed espositori”, ha detto Emanuele Orsini, Presidente di Federlegno Arredo Eventi.
 
L’importante presenza di professionisti selezionati, provenienti dalle regioni più ricche della Cina (Shanghai, Pechino e Guangdong) e dalle regioni in maggiore crescita (Sichuan, Fujian, Shandong, Henan e Hubei) ha confermato la capacità del Made in Italy di sedurre il mercato più grande al mondo e quello in più forte crescita a livelllo globale.

“Siamo soddisfatti dei risultati di questo secondo appuntamento, che ha confermato ancora una volta la validità di una scelta nella quale abbiamo creduto ed investito", ha dichiarato Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile. “Abbiamo profilato bene il tipo di visitatori che erano nel nostro mirino, vendendo 20.000 biglietti a professionisti di altissima qualità. […] Abbiamo puntato essenzialmente sulla qualità di coloro che desideravano essere con noi e non sul valore numerico e abbiamo voluto creare delle basi solide per i nostri futuri rapporti”.

La manifestazione ha offerto al visitatore cinese tre diverse proposte d'arredo: mobili classici nella parte Classic (16 marchi, +24% rispetto al 2016), arredi di design nella sezione Design (58 marchi, +54% rispetto al 2016), e arredamenti di lusso nella zona xLux (35 marchi, +92% rispetto al 2016).

Contatti in uno stand - Salone del Mobile.Milano Shanghai

Trampolino di lancio per la creatività giovane dei designer con meno di 35 anni, il SaloneSatellite Shanghai è tornato in Cina per assegnare i suoi “SaloneSatellite Shanghai Awards” che hanno premiato 4 designer sui 50 finalisti provenienti da varie regioni del Paese asiatico. I vincitori saranno poi invitati a partecipare all’edizione 2018 del SaloneSatellite al Salone del Mobile.Milano. Il primo premio è stato assegnato allo Studio Tame di Shanghai per la lampada “Flux”, ispirata alla tradizione artigianale e artistica cinese.

Il secondo premio è stato attribuito a Haoxuan Zhong di Pechino/Chaoyang per lo sgabello “Patting”, ispirato a una tecnica tradizionale di assemblaggio manuale che non richiede utensili particolari.

Il terzo premio è andato a Xiaoqi Zhao di Pechino per “Alone”, seduta che riprende la forma accogliente di una foglia nella sua struttura curvilinea.

La “Menzione Speciale” è stata assegnata a Yingyu Zhang di Hangzhou per “Cetus”, una seduta/inginocchiatoio che garantisce una buona posizione per il corpo e la mente, rendendo anche omaggio alla cultura tradizionale.

Molto seguite le tre Master Classes tenute da architetti i taliani di fama internazionale (Mario Bellini, Piero Lissoni, Giancarlo Tintori) che hanno dialogato con tre talentuosi designer cinesi (Di Zhang, Kuang Ming (Ray) Chou, Jamy Yang); e apprezzate anche la mostra fotografica e i tre talk show “Design Talks”.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DecorazioneArte della tavolaSaloni / fiere