Roberto Cavalli al Pitti Uomo: trionfa l’animalier astratto di Paul Surridge

Ci si sentiva come all’interno dell'Arca di Noè a Firenze mercoledì sera alla sfilata di gala di Roberto Cavalli, per quanto numerose erano le stampe animalier presenti nella prima collezione intera disegnata da Paul Surridge per il marchio fiorentino.

Roberto Cavalli - Primavera-Estate 2019 - Menswear - Firenze - Photo: PixelFormula

Abbiamo potuto assistere a una splendida proposta di abbigliamento maschile contemporaneo. Nel recente passato, le proposte di ready-to-wear maschile realizzate da Surridge, stilista del marchio dal 2017, erano presentate nell’ambito delle sfilate miste di Roberto Cavalli alla Fashion Week di Milano.
 
Messa in scena alla Certosa di Firenze, magnifico monastero sulle colline sopra il capoluogo toscano, la sfilata ha rappresentato anche un ritorno a casa per Roberto Cavalli, che è proprio fiorentino.
 
“Volevo che il défilé parlasse d’immediatezza. Nel 2020 festeggeremo i 50 anni dalla fondazione di Roberto Cavalli. Così, questa sera volevo una collezione concepita per il 2018 e non per il 2004, o il 1989”, ha spiegato lo stilista inglese.
 
Tre temi erano evidenti dappertutto: qualità artigianale sposata a sfarzo contemporaneo; motivi animalier; tessuti stampati di grande incisività.
 
“Roberto Cavalli è una casa di stampati per eccellenza. Roberto Cavalli ha inventato molte tecniche di stampa e io volevo rendergli omaggio. Cavalli sarà sempre un marchio rock’n’roll, ma per me il rock è più una questione di comportamento e atteggiamenti che di stile”, ha affermato il creatore britannico.
 
Proprio come la stella più affascinante della prima fila, Gabriel-Kane Day-Lewis. Il figlio di Daniel Day-Lewis e Isabelle Adjani era bellissimo nella sua camicia grigia Cavalli di seta in stampa coccodrillo.
 
Comunque, lo show si è aperto con vestiti di un bianco immacolato, che solo gradualmente si sono fusi con elementi di stampe animalier, e poi con colori per la maggior parte altamente astratti. Alla fine, la sfilata ha presentato un guardaroba maschile completo: jeans, pantaloni, blazer, giacche di pelle, giubbotti, trench e molti meravigliosi spolverini.
 
Surridge ha rivisitato le icone della casa di moda italiana, con fluidissimi gilè in viscosa; giacche da camionista in pitone bianco; audaci look da discotecari e alcune bellissime giacche bianche ricamate a punto croce, coperte di charms portafortuna come il nuovo logo RC.
 
Anche i trench ricamati presentavano motivi animali a contrasto (all’interno, all’esterno e sfocati), mentre parecchi outfit sono stati proposti in un tessuto percalle a metà strada tra lo zebrato e il quadrettato.
 
Il tutto su un sottofondo musicale che mixava i pezzi di due grandi artiste, Björk e Missy Eliott, un’artista pop elettronica intellettuale e una rapper, per una sfilata paradossalmente allestita nel cortile di clausura di un monastero. La collezione era indossata da un cast di modelli globale, in una visione mondiale di una comunità planetaria, per un momento che voleva essere elegiaco, sulle colline della capitale del Rinascimento.
 
Il CEO di Cavalli, Gian Giacomo Ferraris, ha recentemente firmato un nuovo accordo per la produzione delle sneakers: il risultato è stata una serie di nuove scarpe sportive dalle linee aerodinamiche e di stivali-sneaker in pitone con suole super tecnologiche che riprendevano il motivo pitonato.
 
Per i momenti più divertenti, Surridge ha pure proposto comodi capi in denim, perfetti per essere indossati in aeroporto mentre si aspetta a lungo un imbarco, jeans in stile dude rifiniti con bordi e polsini stampati; e alcune riuscitissime giacche di nylon confezionate con un tessuto stampato che esibiva immagini di orologi Casio degli anni ’70 dorati e argentati.
 
“Il vero significato di lusso è il tempo”, ha sorriso Surridge, il quale ha dichiarato che il suo vero obiettivo era la “mentalità dei Millennials; vestiti che trasmettano energia e che siano davvero indossabili”.
 
“Oggi i buyer dei principali siti di e-commerce hanno spesso 27 anni, quindi bisogna saper rispondere ai loro gusti e ai nostri tempi”, ha concluso.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - AltroSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER