Ricci apre a Londra e incassa il più alto rating etico

Per il secondo anno consecutivo Stefano Ricci, la maison fiorentina di moda, ha ottenuto il rating etico più alto (EE) da parte di Standard Ethics nel segmento luxury internazionale. Una notizia salutata positivamente dalla casa che celebrerà nel 2017 il 45/o anniversario e giunta in concomitanza con l'apertura della nuova boutique in Mount Street a Londra.


Nel corso degli anni le collezioni del brand fiorentino si sono consolidati all'interno di selezionati multibrand nel mondo, forti di un prodotto "100% fatto in Italia". "Uno degli aspetti che più mi ha colpito quando ho iniziato a lavorare con la capitale britannica - commenta Stefano Ricci, fondatore e presidente della casa di moda maschile è stato che gli italiani volevano vestire come gli inglesi, mentre gli inglesi curiosamente volevano vestire come gli italiani. Con l'apertura di una boutique in Mayfair si corona un sogno che ho coltivato per lungo tempo".

Quanto al rating di Standard Ethics, che ha confermato quello di 12 mesi fa quanto a governance, trasparenza, responsabilità sociale e impatto ambientale, "piena soddisfazione per questo annuncio - dice Niccolò Ricci, Ceo di Stefano Ricci Spa - la nostra società, pur non essendo quotata, conferma un'attenzione alta su tutti gli aspetti relativi alla gestione, dalla certificazione dei bilanci Ifrs al codice etico che accompagna la nostra missione di produrre esclusivamente in Italia".

Stefano Ricci ha chiuso il 2015 a 144 milioni di euro, ha 500 dipendenti diretti ed è presente nel mondo con 50 boutique monobrand e 19 shop-in-shop.

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

Moda - Prêt à porter Distribuzione