Remo Ruffini (Moncler) vincitore del premio EY “L'Imprenditore dell'Anno”

È il Presidente e AD di Moncler, Remo Ruffini, il vincitore nazionale della XXI edizione del Premio EY “L'Imprenditore dell'Anno”. Il premio, consegnato durante una cerimonia a Piazza Affari, è stato assegnato a Ruffini "per aver rilanciato il marchio a livello internazionale e aver creato in meno di 10 anni, uno dei più importanti gruppi italiani della moda, attraverso una continua ricerca dell'eccellenza ed un vincente e raffinato uso della comunicazione; contribuendo ad esportare il prestigio del Made in Italy nel mondo".

Remo Ruffini, Presidente e AD di Moncler

Il riconoscimento EY, che nel 2016 è stato assegnato al fondatore di Yoox, è riservato a imprenditori italiani alla guida di aziende con un fatturato di almeno 25 milioni di euro, che abbiano saputo creare valore, con spirito innovativo e visione strategica, contribuendo alla crescita dell'economia in Italia e nel mondo.

"Considero questo premio un signifcativo riconoscimento che sottolinea i continui sforzi e la passione con la quale lavoriamo ogni giorno e ci impegnamo con entusiasmo e dedizione a raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi", ha dichiarato Ruffini.

Durante l'evento è stato presentato “EY Growth Barometer 2017 - Italy”, un report che analizza come le aziende italiane stanno realizzando i loro piano di sviluppo, da cui emerge che il 52% delle medie imprese italiane punta a una crescita fra il 6% e il 10% annuo nei prossimi anni.

"La storia ultraventennale del Premio dimostra come nel nostro Paese esista un tessuto imprenditoriale sano, capace di rinnovarsi, di superare anche i periodi più critici cogliendo i cambiamenti come opportunità, puntando su innovazione, ricerca e internazionalizzazione", ha dichiarato l'AD di EY in Italia e Managing Partner dell'area Mediterranea. "I nostri dati mostrano che la fiducia del middle market italiano è solida", ha aggiunto commentando i dati di “EY Growth Barometer”.

Fra gli altri riconoscimenti EY, il premio “Industrial Products” è stato assegnato a Nicola Giorgio Pino Presidente del gruppo Proma; “Food & Beverage” a Daniele Ferrero, AD di Venchi; “Fashion & Design” a Giovanna Furlanetto, Presidente di Furla. Il premio Innovazione invece ha visto protagonista l'industria della ceramica ed è stato assegnato a Romano Minozzi e Federica Minozzi Presidente e AD di Iris Ceramica; il premio “Digital Transformation” è stato invece conferito a Franco Stefani, fondatore e Presidente del Gruppo System; il premio “Framily Business” è stato assegnato a Marco Nocielli alla guida del Gruppo Epta.

Anche quest'anno focus sull'internazionalizzazione con il premio “Globalization” assegnato a Adolfo Guzzini presidente di iGuzzini. La giuria, presieduta da Gianni Mion, Presidente di Fila e di Space3, ha deciso di assegnare un premio speciale a Michele Zanella, DG di O bag "per aver applicato creatività, intuito e passione ad una strategia aziendale altamento flessibile".

Infine il premio “Start up” è stato conferito a Instal, "per essere riusciti, mediante una tecnologia interamente sviluppata in house dal team, a dar vita una start up digitale che anticipa i trend del mercato".

Fonte: APCOM

Lusso - Prêt à porter PeopleBusiness