Raf Simons tornerà a Parigi per sfilarvi col suo menswear in giugno

Dopo una pausa di tre stagioni, Raf Simons tornerà a Parigi per mettervi in scena il suo prossimo show di abbigliamento maschile.

Raf Simons - Autunno-Inverno 2017/18 - Menswear - New York - © PixelFormula

Lo stilista presenterà la sua collezione Primavera-Estate 2019 nella Ville Lumière mercoledì 20 giugno alle 21:30. Lo ha annunciato venderdì la casa di moda del designer belga.
 
La notizia segna una vittoria significativa per la prossima stagione delle sfilate maschili di Parigi, riportando in Francia una delle collezioni di abbigliamento maschile più autorevoli del calendario internazionale.
 
Negli ultimi 18 mesi, Simons ha messo in scena i suoi défilé per il menswear a Manhattan, da quando ha assunto le redini di Calvin Klein e si è trasferito a New York per dirigere la storica etichetta americana.
 
Lo show da lui ideato è stato considerato un evento precursore e indicatore di tendenze di tale importanza che molti giornalisti e retailer internazionali hanno programmato di arrivare alla sessione di sfilate maschili di New York giusto prima del suo show. A sottolineare la notevole reputazione di Simons, va rimarcato che durante il suo soggiorno a New York il belga ha vinto entrambi i premi di stilista dell’anno 2017 di abbigliamento maschile e femminile ai ‘CFDA Awards’, considerati ufficiosamente gli Oscar della moda.

Raf Simons

Il suo défilé più recente, tenutosi mercoledì 8 febbraio, era caratterizzato da un moderno baccanale ambientato in un garage in disuso, e presentava cappotti con cappuccio in stile Sherlock Holmes, maglioni/sciarpe in Argyle e pantaloni da tuta a strisce – tutti ispirati dal film tedesco di culto “Christiane F. Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino”.
 
All'interno dello spazio umido del Westside di Manhattan, i modelli camminavano attorno a un tavolo imbandito sopraelevato, pieno di ciotole giganti di limoni, mele e pere; cioccolato (belga ovviamente); enormi forme di formaggio; decine di pagnotte; e centinaia di bottiglie di vino, dal Piper allo shiraz della California. Tutte di ottime annate.
 
La storia originale di Christiane F. era un racconto cupo ambientato nella Berlino in cui David Bowie aveva vissuto e composto “Heroes”, e parlava di una bellissima ragazza che sprofonda nella dipendenza da eroina, una storia che ha chiaramente influenzato Simons. “Beh, per prima cosa mi ha tenuto lontano dalla droga”, ha sottolineato il designer cinquantenne, che ha visto per la prima volta quel film quando aveva 14 anni.
 
Un po' ironicamente, la sua collezione Autunno-Inverno 2017/18 presentava un maglione bianco con ricamati un enorme logo di New York e ciò che il designer ha definito "Un'espressione astratta d'amore". Forse non così tanto, dolcezza.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Sfilate