Puma: François-Henri Pinault lascia il consiglio d’amministrazione

Quale futuro per Puma? Da oggi, François-Henri Pinault non fa più ufficialmente parte del consiglio d’amministrazione del marchio del felino. Una partenza che pone nuovamente sul tavolo la questione dell’uscita del brand di articoli sportivi dal portafoglio di Kering. La decisione del PDG del gruppo francese di lasciare l’incarico di vicepresidente del board di Puma è stata comunicata all’assemblea generale annuale del produttore tedesco di articoli sportivi, svoltasi il 12 aprile alla sede sociale di Herzogenaurach.

François-Henri Pinault - Jean-Etienne Portail/Puma

L’elezione dell’intero CdA di Puma è infatti all'ordine del giorno, e il nome di François-Henri Pinault, per il quale l’acquisizione di puma nel 2007 costituì il primo atto importante alla guida del gruppo creato da suo padre, non appare nella lista proposta, che comprende sei membri, contro i nove precedenti.
 
Anche Todd Hymel, CEO di Volcom, lascia la sua poltrona all’interno del board, nel quale era entrato nel 2012. Una notizia confermata dal marchio a FashionNetwork. È stato inoltre proposto che Jean-François Palus, una colonna del gruppo Kering, veda rinnovato l’incarico di presidente del CdA di Puma.
 
Da molti anni ormai, la questione della vendita di Puma da parte del gruppo Kering ritorna regolarmente d’attualità. Una voce insistente, alimentata dalla stampa e dagli analisti finanziari. Il PDG di Kering ha sempre smentito l’intenzione di cedere il brand. In un’intervista al “Financial Times” dello scorso giugno, François-Henri Pinault diceva di “non avere l'intenzione di vendere Puma a breve termine”. Per il momento, dunque. Ma ciò non gli impedisce di preparare un'uscita di Puma a più lungo termine.
 
Il gruppo Kering si sta ormai chiaramente focalizzando sulle sue case di moda (Gucci, Saint Laurent, Balenciaga...). Del resto, sul proprio sito si presenta come “un gruppo mondiale del lusso”, con il business nello ‘Sport & Lifestyle’ che si trova relegato alla fine del paragrafo. Nel 2015, François-Henri Pinault precisava ancora, nella relazione annuale del gruppo, che Kering era “uno dei principali gruppi mondiali di lusso e sport". Un cambiamento semantico significativo.
 
L’attività di Puma si trova in una fase di crescita: il marchio tedesco ha reso noto il 12 aprile di aver concluso un ottimo primo trimestre 2017, con il fatturato cresciuto del 18% nel periodo, a 1 miliardo di euro. Il marchio di articoli sportivi, la cui ultima novità nel campo delle licenze è che da settembre apparirà sulle maglie del club calcistico dell’Olympique Marsiglia, ha rivisto al rialzo le sue previsioni finanziarie per il 2017, che puntano ora su una progessione di oltre il 10% delle vendite nell’esercizio.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportNomine