Procter&Gamble potrebbe disfarsi dei marchi che possiede nel settore Beauty

La riorganizzazione del portafoglio marchi di Procter&Gamble (P&G) assume contorni più precisi. Secondo “Bloomberg”, il colosso americano dei prodotti per l'igiene e la cosmesi potrebbe separarsi dai suoi marchi di prodotti di bellezza. P&G avrebbe inviato dei documenti di vendita dei suoi asset nei profumi, nei prodotti per capelli (con marchi come Wella) e make up, ad alcuni potenziali acquirenti come Coty, Revlon, Unilever o Kao. In totale, potrebbero essere cedute attività del valore di 19 miliardi di dollari.

Alcuni prodotti di Wella, un marchio che Procter & Gamble sarebbe pronto a vendere

Queste informazioni confermano quelle dell'agenzia di stampa Reuters che, nel dicembre scorso, indicava che Procter&Gamble stava lavorando insieme a Goldman Sachs alla vendita del marchio di prodotti per la cura dei capelli Wella. Inoltre, un mese fa, P&G ha ceduto al gruppo francese Interparfums il marchio di profumi Rochas. In contemporanea con le eventuali cessioni, il gruppo statunitense con sede a Cincinnati (Ohio) non escluderebbe comunque l’ingresso in Borsa di alcuni suoi brand.

Queste vendite, già completate o future, si inseriranno tutte nell'alveo di un piano strategico che dovrà permettere a P&G di riprendere a crescere. Sei mesi fa, A.G. Lafley, il CEO di Procter&Gamble, spiegava infatti la sua intenzione di concentrarsi su “70-80 marchi” strategici, e “di chiudere o vendere i 90-100 marchi restanti”.

Sarah Ahssen (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Saloni di bellezzaBellezza - AltroNomine