Premio LVMH: la moda unisex lascia il segno

Tra le 1.300 candidature ricevute, provenienti da 90 Paesi, il comitato di selezione del Premio LVMH ha identificato i 20 semifinalisti della quinta edizione dell’evento che celebra il nuovo giovane creativo dell’anno. Tra questi fortunati eletti, che presenteranno il loro lavoro a marzo, ci sono sei designer di moda unisex.

Tra i 20 semifinalisti, 6 coppie di creativi. - Prix LVMH

“È da notare un ingresso spettacolare della moda unisex, già molto presente negli ultimi anni, il che dimostra che il Premio riflette le nuove evoluzioni della moda contemporanea”, ha commentto Delphine Arnault, fondatrice del concorso e Direttrice Generale aggiunta di Louis Vuitton.
 
Chi troviamo tra questi giovani talenti? La label Doublet, dello stilista Masayuki Ino, basato a Tokyo, la francese Faustine Steinmetz, installata a Londra, GMBH del duo Serhat Isik e Benjamin Alexander Huseby (Parigi), Ludovic de Saint Sernin (Parigi), Matthew Adams Dolan (New York) e The Sirius, del coreano Younchan Chung.
 
“Inolte, tra i 20 marchi selezionati, 6 sono formati da un duo di creativi. La novità delle creazioni dei 20 nominati è in linea con le differenti correnti che troviamo attualmente nella moda: lo streetwear continua a farsi strada in una guardaroba che gioca con i generi, influenzando sia l’abbigliamento maschile sia quello femminile”, ha proseguito Delphine Arnault. Le coppie di creativi ancora in lizza sono gli olandesi Rushemy Botter e Lisi Herrebrugh (Botter), Zoe Latta e Mike Eckhaus (Eckhaus Latta), Reid Baker e Ines Amorim (Ernest W. Baker), Christa Bösch e Cosima Gadient (Ottolinger), Léa Dickely & Hung La (Kwaidan Editions).
 
Samuel Ross (A-Cold-Wall), Charles Jeffrey (Charles Jeffrey Loverboy), Marta Jakubowski e Edda Gimnes (Edda), che presentano le loro collezioni a Londra, sono ancora in gara. Infine, la giapponese Akiko Aoki (Akikoaoki), la polacca Magdalena Butrym (Magda Butrym), la coreana Rok Hwang (Rokh), la cinese Snow Gao (Snow Xue Gao) e l’americana Neil Grotzinger (NIHL) completano la selezione.
 
I 20 semifinalisti sveleranno le loro creazioni i prossimi 1 e 2 marzo a Parigi al team di 48 esperti riuniti da LVMH, che designeranno gli 8 finalisti. Il nome del creativo che succederà a Marine Serre, che ha vinto il premio nel 2017, sarà rivelato il prossimo giugno. Quest’anno la giuria è composta tra gli altri da Haider Ackermann, Sidney Toledano e Clare Waight Keller. Il Premio è accompagnato da una borsa di 300.000 euro e dal supporto per lo sviluppo della propria azienda.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AltroLusso - Prêt à porter Lusso - AltroCreazione