Première Vision Paris: l’edizione di febbraio 2018 accoglierà 1.725 espositori

Il salone dei tessuti dedicato alla filiera della moda Première Vision Paris si svolgerà dal 13 al 15 febbraio 2018 al centro fieristico di Villepinte, accogliendo 1.725 società provenienti da tutto il mondo. Un’offerta in crescita dell’1,6%, forte di 113 nuovi espositori, che si affianca a diversi sviluppi degni di nota.

Il salone parigino ha accolto 56.250 visitatori nell'edizione di febbraio 2017 - Première Vision Paris

Gli appuntamenti “PV Fabrics” e “PV Yarns”, dedicati rispettivamente ai tessuti e ai filati/fibre, mostreranno una "urbanizzazione" degli spazi espositivi, con dei nuovi stand pensati dal designer francese Ora-ïto, come FashionNetwork.com ha anticipato nel mese di dicembre.
 
Questo cambiamento estetico è accompagnato da un'evoluzione nell'organizzazione dei forum e degli spazi d’informazione. Il forum centrale, “PV Perspectives”, sarà ora collocato nell'asse dell'ingresso principale del padiglione 5, mentre l’insieme degli spazi tematici avrà un forum tutto suo, “Selection”.
 
Si aggiungeanno poi due forum speciali, “Tech Focus” e “Jewel Focus”, nei padiglioni 6 e 4. “Tech Focus”, dedicato a tessuti e accessori per lo sport e gli usi funzionali, e “Jewel Focus”, incentrato sui componenti per la realizzazione di bigiotteria. Lo spazio “Wearable Lab”, dedicato all’innovazione tecnologica, avrà una superficie maggiore, raggiungendo i 900 metri quadrati. La settima edizione di “Maison d’Exceptions” accoglierà invece 25 atelier portatori di know-how rari, inclusi otto nuovi arrivati.

L'Italia domina la classifica delle nazioni più rappresentate in fiera in termini di espositori - Première Vision

Per quanto riguarda i seminari, i visitatori si vedranno proporre il "Trend tasting" primavera-estate 2019, il "Leather fashion breakfast", il "Denim Première Vision seminar", e il "Color & fabrics trend tastings". A questi si aggiunge un ciclo di conferenze inedite dedicate al mondo delle calzature e a quello della pelletteria.
 
Senza dimenticare la "Trade world map 2018", conferenza durante la quale l’Institut Français de la Mode presenterà una panoramica del settore e le prospettive del sourcing mondiale. L’appuntamento "Smart Creation" proporrà invece un punto sulle riflessioni da fare e sui passi da compiere per ottenere una moda creativa e responsabile.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

TessileSaloni / fiere