Pitti Uomo 92, il ritorno dell'impermeabile

Pitti Uomo 92 ha visto un rilancio dell'impermeabile, con un'offerta che spaziava dal classico modello alle proposte più tecniche e performanti. L'impermeabile è un capo conosciuto nel mondo con la parola inglese "trench coat", cappotto di trincea, perché le sue origini risalgono ai primi decenni del Novecento, durante la prima Guerra Mondiale, quando il ministero della Guerra britannico fece un enorme ordine a Thomas Burberry di un modello che fosse a metà tra un impermeabile militare ed un cappotto, pratico e protettivo dalla pioggia.


Allacciatura doppiopetto, spalline, sottogola per evitare che l'acqua entrasse dal colletto, mantella per riparare le spalle, tasche e maniche stringibili con cinturino per frenare il vento. Colore prescelto il kakhi.

Amato dalle grandi star di Hollywood e icone di stile quali Humprey Bogard e Cary Grant, l'impermeabile si riafferma come capo trasversale, unisex, capace di esaltare lo stile retrò, come da Paltò e da Landi. Allegri s'ispira alla cerata da pescatore per un trench tecno.

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

Moda - Prêt à porter Collezione