Pitti Fragranze prepara l'edizione di settembre con oltre 220 espositori

Firenze si prepara ad ospitare il salone di Pitti Immagine dedicato alla profumeria artistica internazionale, Pitti Fragranze, in programma dal 14 al 16 settembre prossimi nella location della Stazione Leopolda. In fiera esporranno le loro creazioni - essenze e linee di beauty - oltre 220 maison del settore, il 70% delle quali provenienti dall’estero.

L'area Spring di Pitti Fragranze vista dall'alto - Pitti Immagine
 
L’appuntamento beneficia del contributo di MISE e Agenzia ICE nell’ambito del piano Piano Speciale 2018-2019 a sostegno delle fiere del Made in Italy.
 
Il tema guida dell’edizione di quest’anno è dedicato alla forma e ai confini spaziali della fragranza: lay-out e allestimento della rassegna - curati del graphic designer Diego Soprana e dell’architetto Alessandro Moradei - sono ispirati alle opere dei grandi maestri dello spazialismo e riflettono questo concept enigmatico e provocatorio.
 
Tra i marchi cha hanno confermato la loro presenza al salone anche A Lab on Fire, Agonist, Antica Barbieria Colla, Antonio Alessandria Parfums, Alysonoldoini, Bakel, By Terry, Blood Concept, Boadicea The Victorius, Bois 1920, Bruno Acampora Profumi, Calé Fragranze d’Autore, Caron, Carthusia I Profumi di Capri, Creed, Essenzialmente Laura di Laura Bosetti Tonatto e Farmacia SS.Annunziata dal 1561.
 
Tra new entry e rientri, invece, spiccano 3LAB, Anima Vinci, Baruti, Gallivant, Edward Bess, Ella K Parfums, Ephemera by Unsold, Les Bains Guerbois, Les Liquides Imaginaires, L’Odaites, Miller Harris, Mizensir, Parle Moi de Parfum, Regime des Fleurs, The Different Company, The Grey Men’s Skincare, The Harmonist e Timothy Han.
 
Tra i nomi che esporranno nell’area Spring - dedicata ai giovani talenti al primo appuntamento con il pubblico internazionale - 4160Tuesdays, Abel Vita Odor, Alchimista, Atelier Oblique, Bohoboco Perfume, CIATU - Soul of Sicily, Francesca Bianchi, Parco1923, Sammarco, Sergio Scaglietti, Simone Andreoli Diario Olfattivo, Soul Couture Parfum, Surface e Waters + Wild.
 
Tra gli eventi in programma anche incontri e tavole rotonde come quella dedicata alla vaniglia - importante materia prima nel mondo della profumeria - presentata da RAW e curata dal player francese Mane, “Madagascar and its amazing Raw Materials, Vanilla and other Treasures”. Per l’occasione, Mane, gestita dalla famiglia Mane da oltre 150 anni leader mondiale nella creazione di fragranze, organizzerà un viaggio coinvolgente in Madagascar, principale produttore mondiale di vaniglia. Saranno presenti Micaela Giamberti, fragrance division director di Mane, Julie Massé e Alex Lee, nasi del team creativo fine fragrances del gruppo transalpino, e Etienne de Swardt, creatore di Etat Libre d'Orange.
 
Grande attesa per i talk sulla Cina curati dall’esperto dei profumi Chandler Burr, giornalista americano e perfume critic per il New York Times. Vi interverranno Lin Lin (China International Beauty), Ramndane Touhamy (Buly), Johanna Monange (IFF International Flavors & Fragrances) e Rosaline Lou (The Scent Library).
 
L’evento valicherà i confini della fiera per riversarsi in città grazie a un calendario fitto di eventi collaterali, promossi dall’organizzazione del salone e dagli stessi espositori.
 
Nella passata edizione di settembre 2017, Pitti Fragranze ha registrato un totale di 2.200 buyer, di cui quasi 700 provenienti dall’estero (in crescita del +2%). Nella classifica delle presenze internazionali, la Francia è risultata in testa, seguita da Russia, Germania, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Olanda, Emirati Arabi, Ucraina, Giappone e Stati Uniti.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

ProfumiSaloni / fiere