Pierre Mantoux cresce in Oriente, +25% in Giappone

Oriente nel mirino per Pierre Mantoux, la maison italiana di hosiery e beachwear con 85 anni di storia, che sta registrando ottime performance in particolare in Giappone, Paese in cui il brand è stato uno dei primi marchi italiani a sbarcare, nella seconda metà degli anni ’80.

Pierre Mantoux continua a crescere in Oriente

Presente nei principali department store giapponesi, come Isetan, Takashimaya, Hankyu e Sogo Seibu, sia nella capitale Tokyo che in altre città strategiche come Osaka e Nagoya, Pierre Mantoux ha registrato quest’anno una crescita del 25% del fatturato realizzato in Giappone, Paese che apprezza in modo particolare i marchi made in Italy, la loro qualità e il loro design.

“In Giappone esiste una forte percezione del brand, che premia un prodotto di valore artigianale e di design come il nostro: una brand awareness che vogliamo continuare ad amplificare anche nel 2018 con un fitto programma di eventi e di manifestazioni itineranti per il paese”, ha commentato Chiara Ferraris, responsabile commerciale della maison.

Oggi l’Oriente rappresenta il 30% del fatturato estero di Pierre Mantoux, che oltre al Giappone è ben posizionato anche in Paesi come la Cina, la Corea del Sud e Taiwan.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Biancheria intimaCostumi da bagnoBusiness