Packaging Première da record con un +60% di presenze

La seconda edizione di Packaging Première, la rassegna milanese sul packaging di lusso andata in scena a MiCO (Milano Congressi) dal 15 al 17 maggio, si è chiusa con un record di 4.800 visitatori provenienti da 30 Paesi, in crescita del 60% rispetto al 2017.

Una vista aerea dei padiglioni di Packaging Premièrea Milano, negli spazi del MiCO
 
Negli 8.000 mq. di spazio espositivo erano presenti oltre 200 espositori da 12 Paesi. Di questi, 106 erano new entry e il 28% stranieri.
 
Durante la tre giorni di eventi sono stati organizzati 17 convegni per approfondire le diverse aree tematiche a cui sono intervenuti importanti rappresentanti dei vari settori. Il packaging si conferma un elemento imprescindibile in tutto il macro-settore dei beni di lusso: non solo quindi moda e accessori, orologi e gioielli, cosmetica e profumeria, ma anche vini e distillati di pregio ed eccellenze alimentari.
 
“Il grande risultato che abbiamo ottenuto ci spinge a lavorare ancora meglio in vista della terza edizione che, speriamo, avrà ancora maggiore successo”, ha dichiarato Pier Paolo Ponchia, organizzatore di Packaging Première. “Lavoreremo non solo in questa direzione, ma anche e soprattutto per mantenere alto il livello della manifestazione e per sfruttare appieno le potenzialità che questo mercato in grande crescita offre”.

Uno stand della fiera
 
Tra le novità dell’edizione appena conclusa spicca l’allestimento di uno spazio dedicato all’esposizione di opere in carta realizzate da 5 artisti di fama mondiale. All’iniziativa “Packaging Première Paper Art Gallery” hanno partecipato con le loro creazioni Elena Borghi, Caterina Crepax, Elisabetta Bonuccelli, Lorenzo Petrantoni e Patricia Sartori.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroSaloni / fiere